Da oggi per curare la chemioterapia nei bambini ci pensa uno zainetto

Si chiama Kylie Simonds, ha 11 anni e da tre anni convive con una forma di  tumore. Ma con uno zainetto ha trovato la soluzione per la chemioterapia.

chiudi

Caricamento Player...

Convivere con un tumore e la chemioterapia? Si può fare!

Kylie Simonds è una bambina undicenne statunitense che convive da qualche anno con una forma di tumore rara, eppure, nonostante la giovane età, non si abbatte, anzi, ha anche trovato un modo per migliorare la qualità di vita di chi ha il suo stesso problema.

Kylie ha inventato uno zaino per la chemioterapia, uno zainetto, come quelli che tutti i bambini portano a scuola,con dentro tutto il necessario per curarsi.

Questa idea arriva da un compito a casa dato dalla maestra che ha chiesto ai ragazzi della sua classe di disegnare un oggetto che avrebbe migliorato la loro vita di tutti i giorni.

E quello zaino, che per lei era una semplice fantasia, presto ha preso forma: quando i medici hanno visto il progetto hanno capito che con qualche aggiustamento si poteva fare davvero: sono arrivati i premi per Kylie, e l’obiettivo è raccogliere 50mila dollari da destinare alla produzione degli zainetti, il cui ricavato di vendita verrà devoluto a numerosi ospedali americani.

Kylie, che sogna da grande di diventare una stilista, ha investito il suo tempo e la sua inventiva per creare questo esclusivo zainetto. Se questo è l’inzio, la strada èer lei è tutta discesa, soprattutto perchè sa miscelare coraggio, forza, intelligenza e creatività.