Le nuove coppie? Sempre più infedeli e contente

Si può essere innamorati e infedeli? Secondo una ricerca condotta dalla Rutgers University di New York uomini e donne sono più disposti a perdonare il tradimento rispetto al passato.

chiudi

Caricamento Player...

La monogamia non sembra più essere uno dei valori fondanti della società occidentale e il tradimento sembra aver assunto in molti casi un peso diverso rispetto al passato. Oggi sono sempre più gli infedeli e il fedifrago non è una persona in fuga dal proprio rapporto di coppia ma un monogamo felice che sente il bisogno di spezzare lo stato di simbiosi totale con il partner.

Secondo la ricerca condotta dalla Rutgers University di New York, ad essere infedeli sono sia uomini che donne. Il 56% degli uomini sposati e il 34% delle donne sposate è stato tradito dal partner, ma ha deciso di non divorziare e dichiara di essere felice nella propria relazione. In questi casi, insomma, l’essere stati infedeli non viene visto come il desiderio di porre fine al rapporto, bensì come un’occasione per aumentare il livello di sincerità e affiatamento all’interno della coppia. Correlato all’indagine, inoltre, una previsione di lungo periodo basata sulle interviste condotte sul campione di coppie americane analizzato: una quota compresa tra il 20 e il 40% di esse si troverà a gestire almeno una relazione extraconiugale (e viceversa ad essere infedeli) nel corso del proprio matrimonio.

Secondo un’indagine condotta dall’Istituto di ricerca Ifop, che ha coinvolto un campione di 4.879 persone di varie nazioni europee, due italiani su tre non provano alcun rimorso per essere stati infedeli. In particolare, il 74% degli uomini italiani, la percentuale più alta in Europa, non mostra rimpianti o rimorsi mentre solo il 27% delle italiane è pentita del proprio tradimento.

Ma perché si è infedeli? Le risposte possono essere molteplici: desiderio sessuale nutrivo verso un’altra persona o desiderio di lasciarsi andare a un’avventura o ancora voglia di vivere una parentesi all’interno della propria vita di coppia. Secondo alcuni studiosi, come esseri umani abbiamo una tendenza innata a mantenere un legame di coppia stabile e contemporaneamente a essere infedeli perché attraverso queste due strategie raggiungiamo il successo riproduttivo. Secondo la psicoterapeuta belga-americana Esther Perel, il tradimento oggi sarebbe frutto del rapporto troppo simbiotico che si tende a creare tra partner. Con l’altro visto come una specie di migliore amico al quale si può raccontare tutto. Gli infedeli non sono persone in fuga dal proprio rapporto di coppia, ma persone felici in coppia, che però a un certo punto sentono il bisogno di spezzare questo stato di simbiosi totale.

Si può essere dunque innamorati e infedeli? “Sì, è possibile”.

Emanuela Bertolone.