La nuova tendenza per perdere peso? La dieta viola

5 errori da evitare in palestra

La dieta viola rientra nella categoria delle diete detossificanti, consiste nel mangiare per 2 giorni a settimana solo cibi di colore viola

Forse avrete già sentito parlare della dieta dei colori: rosso, viola, blu, giallo, arancio, bianco e verde, i sette colori che nella nostra alimentazione non possono mancare e ad ogni colore sono associate delle proprietà nutrizionali e benefici per l’intero organismo.

C’è chi però ha deciso di fare di uno di questi colori il protagonista della dieta: la dieta viola. Mariah Carey afferma di mangiare 3 volte a settimana solo cibi viola, alternando questo regime alimentare con altri 4 tipi di dieta e ricavandone enormi benefici. Pare sia ricorsa proprio a questo regime alimentare per liberarsi dei chili in eccesso acquistati durante la gravidanza.

La dieta viola è basata sul cibarsi due volte al giorno di alimenti di questo colore, ed è perfetta per rimanere in forma.

Leggi anche: Mariah Carey gommosa sul palcoscenico a Shanghai

I cibi viola sono naturalmente ricchi di antocianine che gli conferiscono la colorazione, proteggono dalle malattie cardiovascolari  aiutando la mente a restare lucida e prevenendo il cancro. In più gli alimenti di colore viola grazie alla presenza di antiossidanti, riescono a neutralizzare l’invecchiamento delle cellule e a rallentarlo, conferendo all’organismo la forza necessaria per combattere i radicali liberi. Inoltre questa dieta aumenta la produzione di collagene, indispensabile per avere una pelle giovane e per prevenire disturbi agli occhi e l’ osteoporosi. I fichi sono ricchi di potassio, utile per gli sportivi, mentre le melanzane contengono magnesio, da assumere anche durante il ciclo mestruale. Per quanto riguarda invece il controllo del peso corporeo, vari studi hanno dimostrato che mangiare mirtilli riduce l’appetito dell’8%, aiutando a mantenere la linea.

Mangiare ribes, mirtilli, melanzane, uva, prugne, cavolo viola e fichi aiuta a difendere l’organismo dallo stress ossidativo e fa sì che l’intestino rimanga attivo.

 

 

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 23-10-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]