Nudità: ecco cosa c’è alla base dell’attrazione secondo la scienza

Ci si è desiderati e voluti, poi finalmente arriva il momento tanto atteso: spogliarsi. Ma a cosa pensano uomini e donne della nudità?

chiudi

Caricamento Player...

Corteggiamenti, baci appassionati, corpi che si sfiorano, carezze, morsi d’amore e ad un certo punto ci si ritrova a fare i conti con la nudità, ovvero è arriva il momento di spogliarsi davanti all’altro, mostrando per la prima volta il proprio corpo privo di abiti all’altra persona.

Ma cosa c’è alla base dell’attrazione? Perchè la nudità travolge uomini e donne? Anche se sembra scontato, è tutto questione di scienza!

Dietro all’eros si celano alcuni istinti

Per qualcuno pensare alla nudità è imbarazzante, per qualcun altro invece una cosa naturale, ma quando lui e lei si vedono nudi per la prima volta a cosa pensano? Cosa guardano? Cosa preferiscono? Uomini e donne la pensano allo stesso modo?

Per quel che riguarda la percezione del sesso femminile vince ancora la linea a clessidra con uno spiccato rapporto tra la vita e i fianchi, il tutto legato all’idea di fertilità – quindi alla facilità di portare a termine la gravidanza e di procreare un figlio sano e robusto. In ambito maschile, invece, si dimostra valido il luogo comune per cui si preferiscono i soggetti alti.

Anche qui la cosa sarebbe da legarsi al tema della riproduzione: un uomo fisicamente dotato sarebbe in grado di sopportare meglio le difficoltà della vita e la famiglia, oltre al piacere fisico che senza dubbio riceverà la donna.

Secondo quanto trapelato in rete nel sesso il senso più attivo per gli uomini è la vista: per questo quando loro vedono una donna nuda o semi-svestita si eccitano facilmente.

Per le donne, invece, non sempre è così: alcune preferiscono chiudere gli occhi, altre, invece, in maniera timida “sbirciano” il loro lui che si sveste, ed altre ancora lo osservano attentamente, ma quasi sempre per curiosità e non per eccitazione.