Nina Moric e Simone Coccia litigano su Facebook, ecco perché

Nina Moric e Simone Coccia hanno litigato via Facebook a causa di un post della modella croata che ha difeso Lapo Elkann dopo il finto sequestro.

chiudi

Caricamento Player...

Che Nina Moric e Simone Coccia non si siano mai sopportati è sempre stato piuttosto evidente, visto che anche diversi mesi fa i due hanno avuto accese discussioni via social network. Stavolta a far accendere la miccia è stato un post di difesa di Nina Moric nei confronti di Lapo Elkann, in seguito all’arresto dopo aver finto il suo sequestro per avere dei soldi dalla sua famiglia.

Nina Moric e il post su Lapo Elkann che ha scatenato la lite con Simone Coccia

nina moric
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/nina2207sos/

Nina Moric ha scritto in merito alla vicenda di Lapo Elkann: “Ridete, ridete delle avventura di Lapo. Ma in cuor vostro lo sapete, sotto sotto avete preso appunti. LAPO EDOVARD ELKANN LIBERO”. La frase è stata non certo gradita da Coccia che ha commentato: “Solo tu potevi difendere Lapo Elkan, anche se è un uomo ricco, ma un cervello bruciato come il suo, e dai Nina su… Capisco che tra simili ci si intende e ci si difende, ma fino a questo punto…. ci vuole fegato anche se sarà spappolato anche quello a Lapo. A differenza di Lapo non pippo e non vado con le escort e non mi sono mai fatto arrestare. A testa alta sempre”.

La risposta della Moric non è tardata ad arrivare: “Per 2 giorni sei stato simpatico a venire qui a farti prendere a pisellate dai mie followers, ora no. la mia è una battuta, e a differenza tua, che certi personaggi li puoi solo sognare andando sui loro profili a commentare forte della tua spunta blu, io Lapo lo conosco e lo conosco per quello che è da sobrio, conosco solo il suo lato buono. Non sei nelle condizioni di parlare e non aggiungo altro, perché anche se come personaggio tengo le distanze da te, le notizie (che hanno un eco dello 0.01% rispetto a quelle di Lapo) a noi del settore arrivano. E adesso non cancellare il commento, non cambiarlo e non rispondere. Perché ti prometto un mare di guai. Ricordati tutti i materiali che mi arrivano in agenzia su di te, che io cestino, perché non sei interessante. Taci”. 

Da qui tutta una serie di botta e risposta tra i due, con minacce, promesse di querele e contro-querele. Come finirà questa storia?