Niente riduzione di pena per Fabrizio Corona. Belen: “Se fossero stati tutti zitti avrebbe avuto lo sconto”

Fabrizio Corona: la riduzione degli anni da scontare in carcere disposta dal gip lo scorso 10 febbraio è stata respinta dai giudici. Adesso il gip dovrà ricalcolare la condanna per l’ex paparazzo

La riduzione della detenzione, da 13 anni e due mesi a nove anni, concessa a Fabrizio Corona lo scorso 10 febbraio dal gip del tribunale di Milano è stata respinta dalla Corte di Cassazione.

Fabrizio Corona resta quindi in carcere: i magistrati hanno rinviato la decisione da parte del giudice per le indagini preliminari che dovrà ricalcolare la pena e Corona adesso dovrà anche pagare le spese processuali.

Una decisione che non lascia dubbi di interpretazione quella della prima sezione penale della Corte di Cassazione:

“Si annulla l’ordinanza impugnata limitatamente al riconoscimento della continuazione tra i reati di estorsione e i restanti reati oggetto delle sentenze dell’8 marzo 2010 del gip del tribunale di Milano e del 7 giugno 2012 della Corte d’Appello di Milano, e si rinvia per nuovo esame al gip del tribunale di Milano. Si rigetta il ricorso di Corona Fabrizio che si condanna al pagamento delle spese processuali”.

L’ex paparazzo Corona è ormai reclusa da due anni nel carcere di Opera a Milano, e negli ultimi giorni i suoi legali avevano chiesto per lui di concedergli “un’opportunità”. Ivano Chiesa, il legale di Fabrizio Corona, ha spiegato ai giudici della Sorveglianza di Milano che l’ex paparazzo, proprio a causa della sua personalità narcisistica, soffrirebbe di stati d’ansia, depressione e attacchi di panico. La richiesta era che l’agente potesse scontare la propria pena ai domiciliari o in una comunità di recupero. Da tempo ormai Corona è curato in carcere con psicofarmaci.

I giudici di sorveglianza hanno accolto la richiesta di  una perizia psichiatrica. Gli avvocati del fotografo hanno spiegato:

“Da tempo ormai si è reso conto che ha sbagliato in passato, che ha preso le distanze da quello che era, ha accettato le condanne e chiede ora soltanto di scontare la detenzione in un altro modo, perché sta davvero male”.

Sulla mancata riduzione di pena è intervenuta anche l’ex compagna di Corona, Belen Rodriguez:

“Trovo che parlare di questo argomento a lui faccia davvero male. Se fossero stati tutti zitti, qualche sconto di pena forse l’avrebbe avuto”.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 29-01-2015

Emanuela Bertolone

X