Arriva nella nostra Vita Digitale, il “Foodstagramming” o “Foodporn”.

Guardare le foto del cibo sui social network rende sazi. Arriva il “foodstagramming” o “foodporn”.

chiudi

Caricamento Player...

Carissime amiche,  secondo una recente ricerca effettuata da studiosi inglesi, guardare le foto dei cibi sui social network rende sazi. L’abitudine di postare foto di cibo o manicaretti, è una mania esplosa recentemente su Pinterest, Facebook, Instagram e Twitter e viene chiamata  “foodstagramming” o “foodporn”.

Per chi è in dieta e vuole perdere peso, per chi non desidera abbuffarsi nei pasti,  è necessario guardare un numero sufficiente di immagini di cibo per ottenere il risultato sperato, “mangiar meno”.

 Se si continua a  guardare le foto di  piatti preparati e cibo, saremmo  meno stimolati a  mangiarne e volerne consumare in seguito.  Questo porterà  a consumare in quantità ridotta il tipo di cibo che avremmo visionato sui nostri smartphone , tablet o pc. Secondo lo studio effettuato,  guardare le  immagini di tali prelibatezze induce il cervello a comportarsi come se in realtà  le avesse già assaggiate e mangiate, inibendo la voglia di assaporarle realmente.

Un consiglio allora care amiche, se volete mangiare in tutta tranquillità, manicaretti super calorici, deliziosi, quanto proibiti, dolci, senza condizionamenti e rimorsi, basta guardare le loro immagini e sentirsi pienamente appagate e sazie. Attenzione , però, a non fare indigestione di “jpg”!