Naomi Campbell aggredisce un paparazzo e viene condannata

Altri guai per la Venere nera Naomi Campbell che è stata condannata con l’accusa di aggressione a un fotografo di Lipari avvenuta nell’agosto 2009

chiudi

Caricamento Player...

Implacabile Naomi Campbell si ritrova di nuovo sotto accusa per un atto di aggressione nei confronti di un paparazzo. Per una cosa del genere, la modella, ha già dovuto compiere i lavori forzati, ma la Venere Nera sempra non riuscire a perdere il vizio.

Leggi anche:  Naomi Campbell è il volto della collezione Burberry

L’episodio dell’aggressione risale al 5 agosto 2009, come riporta il Corriere della Sera, e riguarda l’aggressione a un fotografo di Lipari. Il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha condannato Naomi Campbell a sei mesi di reclusione con pena sospesa.

Naomi Campbell avrebbe colpito con la borsetta il paparazzo Gaetano Di Giovanni ferendolo all’occhio. Nonostante si fosse raggiunto un accordo tra il paparazzo e gli avvocati della modella, il pubblico ministero Francesco Massara ha continuato il processo perchè ha considerato “aggravato” il reato di lesioni.

Le aggressioni di Naomi Campbell hanno fatto storia, una su tutte il litigio con Yvonne Sciò nel 2005 a Roma, che lasciò la collega con il volto distrutto. Per non parlare degli insulti alla polizia all’aeroporto di Heatrow che costarono alla Venere Nera 200 ore di lavori forzati. Inoltre negli ultimi anni avrebbe aggredito sia il suo autista di New York sia un cameraman della NBC. Nel dubbio, meglio non farla arrabbiare!