Moving Shop: la tendenza delle boutique di strada è sempre più fashion

La moda italiana è anche sui Moving Shop, originali Ape Car personalizzati dai brand per lo shopping di strada

chiudi

Caricamento Player...

Per coloro che hanno sempre meno tempo a disposizione ma non vogliono rinunciare al piacere dello shopping continua la tendenza dei Moving Shop. Un’opportunità per far conoscere i nuovi brand che, in alcuni casi, possono diventare vere e proprie imprese come il Moving Shop di Milano, avviato dall’ex modella e ora stilista Valeria Ferlini, che ha inventato un modo di vendita innovativo e informale sfruttando le possibilità del commercio itinerante. Il progetto da cui è nata l’idea si chiama Ape Malandra, che in portoghese significa vagabonda, monella: le detenute del carcere di San Vittore hanno iniziato a produrre abiti di lusso disegnati da Valeria che a bordo della sua ape ha iniziato a vendere sulla sua boutique a 3 ruote. Oggi conta moltissime affiliate, in franchising, lungo tutto l’Italia e si sta espandendo anche all’estero. Alcune delle detenute, scontata la pena, vengono assorbite nel laboratorio-showroom di via Porta Romana a Palazzo Blinda, dove è possibile farsi confezionare abiti su misura. Proprio per questo motivo Moving Shop è stato premiato nel 2006 come una delle cinque migliori idee imprenditoriali da AIDDA (Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti di Azienda) e sempre nello stesso anno è stato inserito tra le prime tre idee migliori al mondo da Mc Cann World Group.

Il Moving Shop rappresenta una delle più riuscite invenzioni imprenditoriali all’italiana nel campo della moda, rappresentando allo stesso tempo un’importante possibilità di riscatto sociale e lavorativo tutta al femminile.

Come fare ad aprire un Moving Shop?

Per iniziare servono partita Iva, licenza di commercio itinerante (quella di tipo B), immatricolazione del mezzo come veicolo speciale per negozi e un investimento che va da 10 a 40 mila euro. Cifre abbordabili per intraprendere una nuova attività e soprattutto meno onerose rispetto ai costi fissi di un locale tradizionale, sempre più sotto pressione tra tasse rifiuti, affitti e spese ordinarie di gestione.

Una buona ed economica idea in questo periodo di crisi!

Vi mostriamo una simpatica e originale fotogallery con altri Ape Car personalizzati dai brand a scopo pubblicitario: lo Shop&Go di Fiorucci, l’intimo Lovable, il make up di Dolce&Gabbana, le borse O’bag, le profumerie Douglas e tanti altri.