Nando Orfei era il capostipite della cultura circense nel nostro paese. Si è spento all’età di 80 anni (era malato da tempo) all’ospedale San Raffaele.

Nando Orfei, capostipite della nota famiglia circense è deceduto all’ospedale San Raffaele di Milano, all’età di ottant’anni, dopo una lunga malattia. Cugino dell’altrettanto nota Moira Orfei, era stato il vero fautore della diffusione della cultura del circo in Italia. L’annuncio del decesso è stato dato dalla moglie, Anita Gambarutti, e dai figli Ambra, Gioia e Paride, ai quali si stringe l’intera compagnia del Circo Orfei.

Nando Orfei sin da giovane si interessò alla recitazione, cominciando a recitare nelle vesti di attore comico, domatore, giocoliere e clown negli spettacoli di famiglia. Svolse anche un’intensa attività in teatro e nel circo, dove era fino ad oggi attivo. Aveva anche recitato in alcuni film come “Amarcord” e “I clowns”, diretti dall’immortale regista Federico Fellini che lo aveva voluto sul set proprio per il suo carisma e la sua capacità di recitazione.

Scompare dunque un personaggio assai eclettico e versatile. Ultimamente aveva lamentato spesso la crisi del mondo circense, lamentando il fatto che nonostante si fosse tentato di abbassare notevolmente i prezzi sempre meno gente affollava i tendoni per vedere gli spettacoli. Del resto come aveva sempre affermato lui in un suo motto:

“Il circo è e sarà sempre il più grande spettacolo del mondo”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-10-2014


Un tweet per smentire i flirt: l’idea di Mario Balotelli

L’apertura di Primark in Italia è stata messa in discussione