La moda fantascientifica di Iris Van Herpen

Atmosfere tridimensionali e visionarie per la nuova collezione di Iris Van Herpen, l’eclettica stilista olandese che prende ispirazione dalla fantascienza

chiudi

Caricamento Player...

Vincitrice dell’ultimo Fashion Award francese, Iris Van Herpen ha confermato di essere una stilista giovane ma di sicuro avvenire. La collezione primavera estate 2015 della designer olandese brilla per originalità ed intraprendenza e strizza l’occhio ad un futuro tridimensionale. Con la collaborazione dell’architetto canadese Philip Beesley e di un suo connazionale, l’artista Jolan van der Wiel, Iris Van Herpen ha portato in scena sulla passerella della Paris Fashion Week autentiche sculture capaci di creare una vera e propria orbita intorno alle modelle.

[wooslider slider_type=”attachments” limit=”20″]

Una concezione se vogliamo visionaria della moda  e della stessa arte, come visionari sono gli abiti proposti, simili alle tute spaziali di molti film di fantascienza  ed in grado di trasformare le stesse modelle in repliche perfette dei cyborg hollywoodiani. Come è creato  l’effetto particolare degli abiti? Grazie a banalissime stampanti 3D, una soluzione ardita e poco pratica finché si vuole, a che ha regalato ad Iris Van Herpen una notorietà ancora maggiore di quella già conquistata grazie alle prime e non meno originali creazioni di una carriera assai promettente.

La realizzazione della collezione è stata  ispirata da una visita fatta ai laboratori del CERN di Ginevra e l’influsso tecnologico è assolutamente lampante. Una sola considerazione, però, va fatta: gli abiti di Iris Van Herpen saranno ottimi ed iper chic nello spazio o  nelle stazioni orbitanti, ma quando li vedremo mai sulla Terra?