La moda di Ann Demeulemeester ha un’anima rock

La stilista belga Ann Demeulemeester propone sulla passerella parigina una collezione primavera estate dall’anima rock per una donna forte e decisa

chiudi

Caricamento Player...

Insieme al suo cognome che sembra uno scioglilingua, Ann Demeulemeester mette in mostra sulla passerella  della Paris Fashion Week una collezione decisamente ricca di spunti interessanti. Se la linea proposta dal suo  conterraneo Dries Van Noten era parsa estremamente sobria, tesa a riscoprire quella naturalità perduta soprattutto dal mondo della moda e volutamente priva di  accompagnamento musicale, la scelta della Demeulemeester, anch’essa  belga, va decisamente in direzioni opposte: è il rock duro,  nudo e crudo, a ispirare la produzione della vulcanica stilista per la prossima stagione calda.

[wooslider slider_type=”attachments” limit=”20″]

È un look tipicamente maschile ad essere ostentato con orgoglio nel corso della sfilata, uno stile fatto di linee oversize, ampie, larghe e lunghe, dove l’asimmetria è una scelta precisa e la lunghezza una misura variabile. La forza della donna emerge prepotente tra i tessuti eterei di cui sono fatti i  capi,  mentre la  musica – assente nella sfilata di Van Noten – riecheggia a tutto volume.

I colori dominanti dell’intera collezione sono il blu, come per Emporio Armani, oltre al  bianco ed al nero,  particolarmente adatti a realizzare asimmetrie perfette (è un gioco di parole, ma che rende l’idea). Gli outfit, decisamente esuberanti, sono un simbolo della donna voluta da Ann Demeulemeester: è una signora decisa,  di  classe, che non si fa condizionare, quella  che sceglie di abbinare nei modi più originali pantaloni e camicie o gilet, o che si compiace della femminilità emanata da abiti di taglio più romantico, ma mai sdolcinati.

Proprio come nelle melodie rock degli anni d’oro, sono le sovrapposizioni a dare ritmo e godibilità al tutto, mentre un altro motivo ricorrente sono le trasparenze oltremodo sensuali utilizzate con frequenza, un altro motivo ricorrente della prossima stagione. La linea di Ann Demeulemeester, insomma,  riesce a proporre una signora femminile e sexy pur rifiutando i motivi classici della femminilità. La donna “maschiaccio” della stilista fiamminga ha un’anima buona e dolce che emerge nei particolari, anche a prima  vista sono i dettagli metal, strong, a darne un’impressione volutamente sbagliata.

Infine una considerazione sulla vestibilità: soprattutto in Francia, sembra che gli stilisti si  preoccupino ancora poco dell’effettivo uso nella vita di tutti i giorni dei capi proposti in passerella. Ann Demeulemeester è tra questi, visto che i suoi abiti sono difficili da indossare anche per modelle professioniste.