Miss Italia in lacrime per la strage nazista di Sant’Anna a Stazzema

Davanti alla lapide dei morti della strage nazista di Sant’Anna a Stazzema Miss Italia in lacrime si commuove

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la gaffe durante l’incoronazione, in cui dichiarava di voler vivere nel 1942 durante la seconda Guerra Mondiale, Miss Italia Alice Sabatini, non ha avuto pace ed è stata presa di mira sui social network per molti giorni. Ora, ha visitato i luoghi di Sant’Anna di Stazzema ed è crollata: Miss Italia in lacrime di fronte alla storia della strage nazista di quel luogo. Le scuse di Alice Sabatini riguardo la sua spiacevole uscita in diretta tv erano arrivate già qualche giorno fa:”Non intendevo dire che avrei voluto vivere la guerra ma capire quali fossero gli stati d’animo, le sensazioni che si provavano in quel periodo, così duro e difficile, di cui tante volte anche mia nonna mi ha parlato.”

Ora, passeggiando per quelle vie con il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, Miss Italia 2015 ha capito davvero il suo errore ed è entrata a stretto contatto con i ricordi di quelle stragi. Al Museo Storico della Resistenza, Alice Sabatini ha ascoltato le testimonianze di Mario Ulivi, superstite di quel terribile periodo, ma anche le sorelle Adele, Licia, Siria e Lilia Pardini che ancora oggi piangono la loro sorellina Anna, uccisa nel suo 20esimo giorno di vita.

“Le sorelle Pardini sono donne straordinarie, con una tempra incredibile: l’emozione ad ascoltarle è stata fortissima e le ringrazio di cuore per le loro testimonianze.” Queste le parole di Miss Italia dopo l’incontro che si spera, abbia cambiato il suo modo di vedere quel difficile periodo storico. Il sindaco di Stazzema e la Miss si sono chiariti, tanto che le è stato proposto fare da ambasciatrice tra i giovani per trasmettere i valori del Parco Nazionale della Pace. “In questo anno da Miss Italia avrò modo di incontrare tanti giovani. Mi impegnerò per trasmettere i valori e la storia di Sant’Anna, potrò raccontare ciò che ho visto ed ascoltato qui.”