Michelle Hunziker e l’incontro con Roberto Benigni: “Vide la tristezza in me”

In una lunga intervista concessa a Grazia, Michelle Hunziker ha parlato della sua vita sentimentale e dell’incontro avuto con Roberto Benigni

chiudi

Caricamento Player...

Nel corso di una lunga intervista concessa al settimanale Grazia, Michelle Hunziker, che presto condurrà Striscia La Notizia, ha raccontato come riesce a gestire l’ansia e le sua parole.

Si è anche soffermata sull’incontro avuto tempo fa con Roberto Benigni. L’attore, al di là del suo sorriso bellissimo, riuscì a scorgere un velo di tristezza negli occhi di Michelle: “Anni fa ho incontrato Roberto Benigni in un viaggio in treno, abbiamo chiacchierato e quando siamo arrivati in stazione lui mi ha sorpreso dicendomi: Tutte le volte che ti vedo in tv penso: che occhi tristi ha questa ragazza. Poi mi ha abbracciata, come per consolarmi: Coraggio, non ti preoccupare, vedrai che andrà tutto bene. Ero stravolta. Insomma: aveva visto questa cosa di me, oltre al sorriso”.

Michelle Hunziker: “Ecco come gestisco la mia ansia e le mie paure”

michelle hunziker instagram

Michelle ha anche parlato del modo in cui riesce a gestire l’ansia che l’accompagna da sempre e le sue paure: “La mia ansia personale la contengo stringendomi un po’ di più alle persone che amo. Cerco di accorgermi della mia felicità, non voglio lasciarmela scivolare addosso come se fosse scontata. Provo a essere qui e ora con tutta me stessa: con gli occhi ben aperti sulla mia vita. Ho sempre avuto una gran paura del buio, dell’abbandono. Come se tutte le persone che sono passate dalla mia vita, lasciandomi nel modo in cui mi avevano lasciata, potessero ogni volta annientarmi. Adesso so che non è così, sono capace di stare con me stessa”.

La conduttrice, ex moglie di Eros Ramazzotti con il quale ha avuto la figlia Aurora, ha svelato anche i retroscena del suo rapporto con Tomaso Trussardi, l’amore della sua vita: “L’ho desiderato tanto. Perché avevo sofferto moltissimo per la fine di un progetto di famiglia a cui avevo creduto. Ma il futuro è arrivato quando ho smesso di frignare. Se credi in Dio, devi saperlo che un buon padre ti dà quello che ti serve, ma non lo fa perché ti lamenti… Quando ho smesso di piangere ho visto Tomaso”.