Melissa Satta parla del marito Boateng e si commuove

Intervistata da Vanity Fair, Melissa Satta ha parlato dei 30 anni di Kevin Prince Boateng, commuovendosi per l’amore che nutre per il marito.

chiudi

Caricamento Player...

La showgirl Melissa Satta è stata intervistata da Vanity Fair, a cui ha raccontato dei 30 anni compiuti dal marito Kevin Prince Boateng e dell’amore che nutre nei confronti del calciatore, padre di suo figlio Maddox, arrivando persino a commuoversi per l’uomo che ritiene davvero tutto nella sua vita. I due sono divisi dal lavoro, ma ogni momento libero è buono per ritrovarsi e stare insieme.

Melissa Satta: “Boateng è la mia famiglia!”

Melissa Satta Inst
FONTE FOTO: instagram.com/melissasatta

Queste le dolci parole di Melissa, in occasione del compleanno del marito: “Di anni ne dimostra molti di più. Stiamo insieme da 6 anni e lui è sempre stato molto maturo, con la testa sulle spalle. E adesso è nel pieno delle sue forze, è un periodo di grandi successi. Sono molto orgogliosa e fiera di lui. È talmente importante che faccio fatica a spiegarlo. Significa famiglia. E “famiglia” lo eravamo prima di Maddox e lo siamo ancora di più da quando siamo genitori e sposati. È il mio confidente, il mio amico, la mia spalla, la mia sicurezza. Abbiamo un rapporto molto onesto, maturo ed equilibrato. Certo, poi, ognuno ha i suoi difetti, ma ce la caviamo bene. Adesso, però, smetto di ripeterlo perché non vorrei esagerare e portarmi sfortuna”.

La showgirl ha poi aggiunto:”Il mio è un augurio non solo per questo giorno ma per il futuro. Sono contenta di tutto quello che sta facendo, in campo e fuori. E mi auguro che si avveri tutto quello che desidera. La sua famiglia è sempre con lui. E lui ci ripaga sempre di tutto. Anche se stare lontani per lavoro implica tanti sacrifici ma ne vale sempre la pena. E spero che vada sempre meglio”.

Anche il piccolo Maddox riserverà una piccola sorpresa a suo padre per festeggiare il compleanno del calciatore che gioca in Spagna: “Non ha idea di quanti anni compie il papà, per lui i numeri ancora non significano nulla, ma è pronto per la festa. Ha imparato a memoria una canzoncina ed è pronto a intonarla al papà quando lo raggiungeremo in Spagna e festeggeremo tutti insieme”.