Melissa Satta: Maddox su Instagram, l’ex velina ha cambiato idea sulla privacy del figlio

Dopo le critiche a Belen Rodriguez per le fotografie di Santiago postate sui social, Melissa Satta sembra aver dimenticato i buoni propositi: su Instagram la prima foto del viso di Maddox.

chiudi

Caricamento Player...

Fino a pochi mesi fa Melissa Satta avrebbe giurato che mai nella vita avrebbe postato le foto del figlio Maddox.

Non solo, Melissa Satta aveva anche ampiamente criticato Belen Rodriguez e la gestione della privacy del piccolo Santiago.
Così Melissa Satta aveva detto ai giornali:

“Sono molto riservata. Ognuno deve scegliere il modo più giusto di vivere la popolarità. Belen ha scelto una strada ed è libera di farlo. Io e il mio compagno abbiamo un altro tipo di gestione. Maddox è piccolo e avrà tempo di diventare popolare. Al momento uso i social per i miei selfie, i look, il lavoro. Poi, se ogni tanto capita, una foto ci può stare”.

In effetti, sui profili social di Melissa Satta, si riscontrava questa posizione: Maddox era sempre apparso in sordina.

Giorni dopo la pubblicazione dell’intervista, Melissa Satta aveva voluto chiarire che non intendeva assolutamente andar contro Belen e che ogni donna, fortunatamente, è mamma a modo suo.

Pochi giorni fa, però, proprio in occasione dell’inizio delle vacanze della famiglia Boateng, è apparsa su Instagram una prima foto del viso di Maddox.

Com’era prevedibile, molti followers, fan e giornalisti hanno subito puntato il dito sulla scelta di Melissa Satta, colpevole di aver rinnegato nel giro di poche settimana la decisione di tenere il figlio lontano dai riflettori.

In effetti, l’Instagram della showgirl è pieno zeppo di selfie e look da lavoro, intervallati, ogni tanto, da foto di famiglie, ma Maddox è fotografato in primo piano.

Ha cambiato idea o ha capito che i clik sarebbero aumentati esponenzialmente?

Finally our family holidays @prince09_ #maddox #maddoxprince #me #melissasatta #satteng #family

Una foto pubblicata da Melissa Satta (@melissasatta) in data: