Melanzana depurativa, anti-ipertensiva e dietetica

Come si può mandar via la cellulite e contemporaneamente proteggere il fegato e mantenersi in salute? Una sola parola, melanzana. Purché grigliata.

chiudi

Caricamento Player...

La melanzana è una verdura per tutte le stagioni, particolarmente apprezzata in estate. Ma è anche un alimento salutare, capace di combattere la ritenzione idrica e, quindi, la cellulite. E non solo.

Questa verdura possiede numerose proprietà benefiche. Prima fra tutte le azioni che svolge, quella che favorisce l’aumento della produzione della bile, stimolandone il rilascio da parte delle cellule epatiche. In poche parole agevola il funzionamento del fegato (quindi è depurativa) e riduce il colesterolo cattivo.

In secondo luogo, agevola la digestione. Grazie al suo alto contenuto in fibre, sazia e combatte la stipsi. Particolarmente indicata in caso di dieta, essa contiene poche calorie, circa 18 ogni cento grammi. La melanzana è anche amica dei muscoli perché ricca di potassio. E’ diuretica (perchè formata da circa il 93% di acqua) e sembra che agisca come un farmaco anti-ipertensivo.

Il suo consumo è previa cottura, perché contiene solanina, una sostanza tossica che, fortunatamente, viene fortemente ridotta lasciandoci godere solo le proprietà salutari di questo ortaggio.

Ultimo consiglio, in tal senso: grigliatela.

Uno studio italiano, pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, ha evidenziato che

“Questi ortaggi – spiega Roberto Lo Scalzo, ricercatore del Consiglio per la ricerca e l’analisi dell’economia agraria, primo autore dello studio – contengono un’ampia varietà di sostanze protettive, a cominciare dai polifenoli, ai quali sono stati attribuiti vari potenziali effetti benefici: proprietà epatoprotettive, antitumorali, anti-infiammatorie, e di riduzione della concentrazione di lipidi nel sangue. Sostanze che non si perdono unicamente con la cottura alla griglia”.

Fonte foto: Pixabay