Mediaset censura Pretty Little Liars, è polemica coi fan

Mediaset censura alcune scene della serie tv Pretty Little Liars e scatena le polemiche dei fan: proteste vibranti sui social per i tagli ingiustificati

chiudi

Caricamento Player...

È polemica per la censura applicata da Mediaset su alcune scene di Pretty Little Liars, la serie tv in onda tutti i pomeriggi su Italia1. Fan sul piede di guerra sia per la sigla parzialmente ridotta, sia per alcune frame ‘aggiustati’. Rieditate, in particolare, la scena col primo bacio tra Ezra ed Aria e quella in cui Ashley e Wilden salgono delle scale.

Inoltre, non convince la decisione della rete diretta da Luca Tiraboschi e tradizionalmente rivolta ad un pubblico giovanile di rimandare in replica gli episodi della prima stagione, mentre in America si è arrivati alla quinta.

Ma è soprattutto sui tagli, sulla censura applicata incondizionatamente ad aver irritato i tanti appassionati della serie. Una censura per certi versi inutile. Altre serie tv sono state interessate da tagli ugualmente inaccettabili, come il bacio omosessuale tra Tara e Willow in Buffy.

Stavolta è stato un ‘innocuo’ bacio etero ad essere giudicato non trasmissibile dalla rete. Peraltro, come se non bastasse, il meccanismo narrativo di Pretty Little Liars prevede come ogni singola scena può dare indizi e dettagli su quello che sarà lo sviluppo successivo: applicare tagli e censure significa penalizzare gli stessi spettatori.

Ecco che dunque è montata la polemica. Su twitter, su facebook, anche attraverso le e-mail inviate a Mediaset. Cancellare con un colpo di forbice il primo bacio Ezra ed Aria, infatti, non consente a pieno di comprendere la futura relazione tra il professore d’Italiano e la sua allieva.

E se il buongiorno si vede dal mattino – è la considerazione fatta da altri navigatori – chissà cosa potrebbe riservare il futuro, magari la cancellazione stessa di alcuni episodi ritenuti troppo spinti.

Dalla rete solo una sterile difesa d’ufficio, peraltro contenente un errore piuttosto grave.

“Il taglio è dovuto alla fascia protetta, dalle 16 alle 19”,

ha precisato l’ufficio comunicazione di Mediaset sulla pagina facebook della serie.

“Già, peccato che la scena in questione era in programmazione alle 15”,

ha subito risposto un utente.

Insomma, uno scivolone inopportuno e ingiustificato, che ha irritato non poco i tanti appassionati della serie tv americana, a metà tra il giallo e il teen drama, che ha conquistato in breve anche il pubblico italiano.