Il politico Matteo Salvini accusa Fedez, il rapper risponde

Fedez ha risposto in maniera piuttosto colorita alle critiche ricevute dal leader della Lega Nord dopo aver composto l’inno del Movimento 5 Stelle.

chiudi

Caricamento Player...

Fedez, il noto rapper lombardo, è finito nel mirino dei politici per il suo discusso e controverso inno “Non sono partito” del Movimento 5 Stelle. Fra chi lo ha accusato addirittura di vilipendio al Capo dello Stato ha dovuto difendersi anche da quanto scritto su Twitter da Matteo Salvini, dopo che Fedez aveva preso posizione sull’immigrazione, una posizione diametralmente opposta a quella della Lega Nord, partito di cui Salvini è segretario.

“Mi dicono sia rapper dell’inno di Grillo. Oggi non sarà con #Lega a Milano. Ciò mi riempie di gioia.
#stopinvasione”, così aveva scritto il leader del “carroccio”, ma la replica di Fedez, anche piuttosto colorita, non si è fatta attendere:

“Ogni tweet che Matteo Salvini dedica a insultare me è una stronz*** in meno che dice su temi di immigrazione e civiltà. Daje così Matteo!
Sapete cosa aiuterebbe ad affrontare un tema sensibile come quello dell’immigrazione? I 40 MILIONI DI EURO di rimborso elettorale fatti sparire dalla Lega in quel di Cipro e Tanzania…
quando ti accorgi di essere il più odiato dai politici significa che qualcosa di buono hai fatto! ‪#‎LegaLadrona
Buon weekend a tutti!”.

In allegato Fedez ha anche postato la foto di un venditore di borse contraffatte africano con alle spalle i manifesti elettorali leghisti.