Matteo Renzi: 5 curiosità imperdibili sull’ex premier italiano ospite al “Maurizio Costanzo Show”

Lo sapevi che Matteo Renzi da ragazzino era bravissimo a fare le imitazioni? Scopri tutto quello che non sai sul più giovane Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana

chiudi

Caricamento Player...

Lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato”. Questo è il motto, peraltro più volte ripetuto, di Matteo Renzi considerato uno dei politici più importanti degli ultimi anni e ospite al “Maurizio Costanzo Show“. Abbiamo scovato per voi una serie di curiosità sulla sua vita.

5 chicche su Matteo Renzi!

  • Classe 1975, nasce a Firenze. Frequenta il liceo Dante diventando rappresentante d’istituto e anticipando i futuri ruoli di prestigio ricoperti nella politica italiana.
  • Sapevi che al liceo era soprannominato “bomba” e “Mat-teoria” per la sua dialettica forbita?
  • Si è laureato con 109 su 110 alla Facoltà di Giurisprudenza a causa di un disguido finale con il relatore della tesi di laurea.
  • Da ragazzino amava fare le imitazioni di alcuni personaggi del mondo dello spettacolo. Il suo forte? Vittorio Sgarbi!
  • All’età di 19 anni ha partecipato al gioco televisivo a premi “La ruota della fortuna” vincendo un montepremi di 48 milioni di lire.

La carriera politica

In pochi sanno che il primo impegno politico di Matteo Renzi è stata la fondazione dei “Comitati per Prodi“. Prima di dedicarsi completamente alla politica lavora anche come dirigente nell’azienda di famiglia e ricopre il ruolo di caporedattore per la rivista “Camminiamo insieme“. Nel 2004 la prima carica politica: diventa Presidente della Provincia di Firenze impegnandosi attivamente nella riduzione dei costi e nell’aumento degli investimenti. Nel 2009 diventa sindaco di Firenze portando nella straordinaria capitale una ventata di grandi novità.

Da sindaco di Firenze alla conquista di Montecitorio il passo è breve: nel 2012 si candida alle primarie del centrosinistra, ma perde contro Pier Luigi Bersani. Ci riprova nel 2012 battendo la concorrenza e diventando segretario del PD. Nel febbraio 2014, dopo le dimissioni di Enrico Letta, viene eletto Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana dalla Direzione del PD. Ad oggi è il premier più giovane che ha ricoperto una carica di questo prestigio dall’unità d’Italia. Nel 2016, dopo i voti sfavorevoli del referendum costituzionale, rassegna le sue dimissioni. Ha pubblicato anche tre libri: “Fuori!” del 2011,  “Stilnovo” del 2012  “Oltre la rottamazione” del 2013.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/matteorenziufficiale/