Masturbarsi troppo fa male?

La domanda è semplice e ce la saremo già poste diverse volte: masturbarsi troppo fa male? Vediamo insieme cosa significa.

chiudi

Caricamento Player...

I sessuologi rivelano che questa è una domanda posta per la maggior parte da uomini, anche molto giovani. Sono i ragazzi dai 17 ai 20 anni che hanno la tendenza a masturbarsi spesso, alcuni quasi ossessivamente. Certo, senza sfociare nella patologia, a muoverli è spesso anche la noia, tanto che il pene non raggiunge neppure la completa erezione.

Capita anche alle donne, d’altro canto, di riversare su sé stesse un atteggiamento quasi ossessivo per colmare altri vuoti. Non diviene più un atto di scoperta e di piacere, dunque, ma perde quasi la piacevolezza dell’origine.

Sappiate, comunque, che la masturbazione è un atto sempre positivo, serve spesso ad allentare le tensioni o – è verissimo – a uscire dalla noia. Ci si può dedicare tranquillamente al piacere personale anche in presenza di un partner fisso, non c’è nulla di male, anzi!

Il problema sorge se quest’atto diviene ossessivo, senza che si riesca a scindere il bisogno di farlo con il desiderio di farlo. E’ un cruccio se diviene infatti l’unico piacere, escludendo quello donatoci dal partner. In questo caso anche i sentimenti reciproci sono messi a dura prova.

Il consiglio, se ci stiamo domandando questo perché siamo caduti nel gorgo, è comprendere la radice della necessità che ci induce a praticare autoerotismo spesso e senza desiderio, magari con l’aiuto di un sessuologo.