Mary Poppins: Dopo 50 Anni il Mito ritorna nelle Sale con Saving Mr. Banks

Tom Hanks ed Emma Thompson raccontano la faticosa e appassionante avventura che portò alla realizzazione di Mary Poppins: il film nacque da una seduzione artistica.Saving Mr. Banks  arriverà nelle sale italiane giovedì 20 febbraio. 220 le copie che The Walt Disney Company ha destinato al nostro paese dopo il successo dell’anteprima romana del 6 febbraio scorso. Una strepitosa Emma Thompson nei panni di P. L. Travers, la “mamma” di Mary Poppins, gelosissima che la sua creatura potesse essere corrotta nella trasposizione cinematografica proposta da Walt Disney impersonato da un Tom Hanks in splendida forma.

chiudi

Caricamento Player...

Saving Mr. Banks è un film che racconta la genesi di un altro film, vale a dire il classico tra i classici Mary Poppins. E forse non è una casualità che la pellicola diretta da John Lee Hancock esca proprio a cinquant’anni di distanza dal volo di una Julie Andrews che con Supercalifragilistichespiralidoso seppe far innamorare generazioni e generazioni di milioni di bambini nel mondo.

Il viaggio di Mary Poppins, da una grigia e fuligginosa Londra verso gli studios di Hollywood, cominciò quando tra le mani delle figlie di Walt Disney capitò il libro, che presto divenne il loro preferito, scritto da Pamela Lyndon Travers con al centro le avventure della famiglia Banks, la cui noiosa quotidianità viene turbata da una insolita tata e dal suo amico Bert, l’instancabile e malinconico spazzacamino.

Per accontentare le figlie che gli chiesero di trarre un film da quelle pagine Walt Disney ci mise quasi vent’anni. Un tempo necessario per ottenere i diritti.  Saving Mr. Banks racconta le due settimane in cui a Los Angeles, nello studio del creatore del magico mondo dell’animazione, si scontrarono la fermezza della scrittrice e la passione tutta creativa di “uncle” Walt. Alla fine Mary Poppins fu.

Non deve aver faticato Emma Thompson a impersonare la scrittrice Pamela Lyndon Travers con il suo naturale e mordente umorismo  british (Oscar nel 1992 per Howard’s End) che traspare in ogni sua interpretazione. Nel ruolo dell’autrice di Mary Poppins riversa tutto il suo eccentrico talento di figlia d’arte (proviene da una famiglia di attori di teatro) e sorprende la mancata nomination agli Oscar.

«Odiava il copione, in realtà sembrava che odiasse tutto, ma se fosse vero o meno è un’altra questione. Stava affrontando dei problemi personali, profondi e complessi. Il suo rapporto con Mary Poppins era esattamente lo stesso che Walt Disney aveva con Topolino: Mary Poppins l’aveva salvata dalle ferite della sua infanzia allo stesso modo in cui Topolino aveva salvato Walt. Perciò non era facile per lei lasciare la sua creazione nelle mani di altri». Così parla del suo personaggio la Thompson che si è divertita parecchio a recitare con Tom Hanks-Walt.

Mary Poppins in Saving Mr. Banks: Emma Thompson
Mary Poppins in Saving Mr. Banks: Emma Thompson

Non fu facile per Walt Disney convincere la Travers della bontà delle sue intuizioni e di quelle dei suoi autori nella stesura del copione. Difficilissimo farle accettare la scena dei disegni con i gessi colorati di Bert lo spazzacamino in cui Marry Poppins ed i figli di Mr. Banks si gettano in un mondo incantato.

«Alla fine Walt Disney, con quel suo charme da sempliciotto americano, ma molto scaltro, riuscirà a rigirarsi la Travers come un pedalino, senza che lei nemmeno se ne renda conto. Il film è in pratica la storia di una seduzione artistica» ancora la Thompson in un intervista rilasciata a Il Giornale.

Stellare il cast del film: Colin Farrell interpreta il padre della scrittrice, Ruth Wilson è la madre, Rachel Griffiths interpreta la zia Ellie (che ha ispirato il personaggio di Mary Poppins), Annie Rose Buckley è P.L. Travers da bambina, Paul Giamatti veste i panni del gentile autista della Travers, mentre Jason Schwartzman e B.J. Novak sono i fratelli Richard e Robert Sherman, autori dell’indimenticabile colonna sonora del film Mary Poppins.