Marianna e l’amore che la uccise: il nuovo racconto di Amore Criminale

Ad Amore Criminale la storia di Marianna che, dopo una lunga storia d’amore quanto mai complessa, venne uccisa nel 2011 con un fucile da caccia.

chiudi

Caricamento Player...

Un’altra tragica storia di femminicidio è stata raccontata ad Amore Criminale, il programma condotto da Barbara De Rossi. La storia è quella di Marianna, separata e con una figlia.

Lui si chiama Giuliano ed è sposato. Inizialmente Marianna, sfiduciata nei confronti degli uomini, non cede alle avance di Giuliano: la donna si era sposata per la prima volta a 17 anni, al quinto mese di gravidanza.

In Amore Criminale viene ripercorsa la nascita della bambina che ha dei problemi di salute.

Quando Marianna e Giuliano si mettono insieme, tutto sembra perfetto inizialmente come ogni storia che si rispetti. Amore Criminale si sofferma sul momento in cui Marianna non dice a Giuliano di aspettare da lui un bambino: l’uomo cade nel panico.

Anche la madre di Marianna va a parlare con lui, per cercare di trovare una soluzione alla vicenda, ma Giuliano risponde in modo ostinatamente contrario, dando della poco di buono alla compagna. Lei però non perde la speranza di tornare con Giuliano, affronta la gravidanza da sola: Giuliano dopo qualche mese torna a vivere con lei e le due bambine.

Ma le cose, che inizialmente sembravano andare bene, cominciano a degenerare. Amore Criminale ricorda l’episodio in cui Giuliano aggredì anche la figlia, Sharon. Un giorno la prende a cinghiate perché colpevole di non aver studiato un pomeriggio.

Marianna rifiuta anche di comunicare con sua madre, arrivando al punto di dirle che non vuole più vederla pur di difendere l’uomo che amava.

Le cose precipitano quando subentra una nuova gravidanza per lei: Giuliano mostra per lei un’indifferenza che la spinge a cacciarlo di casa. Mentre con i figli i rapporti sembrano civili, tra i due continua ad esserci un rapporto pessimo.

E Giuliano, a questo punto, iniziando a percepire un distacco da parte di Marianna, assume atteggiamenti incontrollabili di gelosia nei suoi confronti.

In occasione di una lite tra i due, in cui lui la minaccia di ammazzarla con il fucile e lei risponde: “Me lo dici tutti i giorni, ma non lo fai mai”.

La puntata di Amore Criminale ripercorre il giorno del 23 marzo 2011, quando la mattina la donna va dal parrucchiere, poi incontra sua madre, infine ritorna a casa, dove ritrova il

Ne nasce l’ennesimo litigio, che si chiude con lei che lo minaccia con un coltello. Gli animi sembrano placarsi, ma non è finita lì.

Giuliano va nella camera dove tiene nascosto il fucile: l’uomo è deciso, si dirige nella stanza di Marianna e la minaccia col fucile, poi tenta di strangolarla.

Il fucile è carico con tre colpi, i primi due vengono sparati a vuoto, il terzo colpisce mortalmente Marianna. La puntata di Amore Criminale si conclude con la donna che viene uccisa a 35 anni dal padre dei suoi figli, mentre i bambini sono in casa.