Maria De Filippi preoccupata: sua mamma sta male, è una donna diversa

Maria De Filippi parla delle condizioni di salute della mamma che ha 88 anni: “Non ho ancora imparato ad accettare la natura della vita”

chiudi

Caricamento Player...

Maria De Filippi raramente parla della sua famiglia e della vita privata, ma in una lunga intervista rilasciata a Grazia, la presentatrice ha parlato della mamma:

“Professionalmente è un buon momento, vengo da una stagione in cui i miei programmi sono andati bene. Umanamente meno, sto facendo i conti con la salute di mia madre, che ha 88 anni ed è molto diversa dalla mamma a cui ero abituata. Di solito sono tenace, fino all’esasperazione. Ho imparato a fare molte cose, ma non ancora ad accettare la natura della vita”.

Leggi anche: Maria De Filippi: un’estate al lavoro

Maria De Filippi ricorda gli inizi della carriera, quando aveva qualche problema di imbarazzo a fare servizi fotografici:

“Ho sofferto molto all’inizio della mia vita televisiva a fare servizi fotografici. Era tutto un ‘Apri le braccia, chiudi le braccia, sorridi, stai seria’ e vivevo truccata alle otto del mattino. La popolarità all’inizio mi stupiva, restavo perplessa di fronte a ogni richiesta di autografo. Oggi ho imparato”.

La forza e il maggior pregio di Maria De Filippi è quello di avere molto rispetto nei confronti dei suoi telespettatori:

“Spesso mi passano qualcuno al telefono: la mamma, la nonna, gli amici. E io parlo con tutti. Lo spettatore ha un potere potente che si chiama telecomando. Se uno ti sceglie ogni giorno, hai il dovere di fermarti a salutarlo”.

Dopo tanti anni, Maria De Filippi svela di avere ancora molta tensione prima di apparire di fronte alle telecamere.

“Non mi piace la mia voce, non mi vedo naturale, ma tesa. Ho l’espressione di una donna che sta pensando. Magari, a telecamere spente, mi accorgo che mi sono morsa l’interno del labbro per tutto il tempo. Devo tenere sotto controllo la situazione, sono sempre all’erta. Succedeva anche all’università. In trasmissione, se avete notato, rido raramente. Posso piacere o no, ma finta non sono mai”.