Mara Venier in clinica da Sposini: “Sempre bello stare con te”

Mara Venier e Lamberto Sposini di nuovo insieme: la conduttrice posta una fotografia in compagnia dell’amico storico nella clinica dove l’uomo è ricoverato da quando è stato vittima di un malore.

chiudi

Caricamento Player...

Mara Venier è sempre più legata a Lamberto Sposini.
I due hanno sempre avuto un rapporto speciale sia a livello lavorativo con La Vita in Diretta, sia perchè sono sempre stati buoni amici.

Un rapporto che è diventato molto più stretto quando, nel 2011 il conduttore poco prima della diretta del programma si sentì male, per essere poi trasportato in ospedale: oltre a generare un interesse pubblico per le conduzioni del conduttore sono stati in molti a chiedersi se sarà mai in grado di tornare in tv.

Mara Venier però ha voluto postare una foto per rassicurare il pubblico in merito alle condizioni di salute del conduttore, i cui progressi fisici pare stiano seguendo un percorso lungo ma costante.

Per farlo Mara Venier si è servita dell’account Instagram col quale racconta la sua vita quotidianamente.

Ad un’immagine insieme a Sposini e gli infermieri della struttura presso la quale si trova, Mara Venier ha aggiunto una sentita didascalia dedicata proprio all’amico conduttore:

“Grande Lamberto e’sempre bello stare con te….❤️❤️❤️”.

Nuovi risvolti, nel frattempo, per quel che riguarda la denuncia della famiglia di Sposini nei confronti della Rai: oggetto del contendere i soccorsi che sarebbero giunti in ritardo, mentre in studio a La Vita In Diretta aleggiava il panico per le condizioni del conduttore.

Lamberto Sposini aveva richiesto un risarcimento milionario alla Rai e ai medici del servizio sanitario aziendale, come compenso per i danni definiti “gravi e permanenti”.

Il Tribunale del lavoro di Roma, però, ha respinto a febbraio l’istanza di risarcimento.

Quando la notizia della richiesta del risarcimento era stata diffusa, la Rai si era difesa affermando che non sussistevano le condizioni necessarie perché  Lamberto Sposini potesse essere ritenuto un dipendente dell’azienda.

I legali del conduttore però sono di parere differente.