Mangiare bene in gravidanza evita l’insorgere di malattie cardiache nel bambino

Diminuisco i rischi di malattie cardiache nel bambino, e il trucco sta tutto nel seguire una dieta sana durante la gravidanza

chiudi

Caricamento Player...

Come tutti ben sappiamo, la dieta, durante la gravidanza, ha una funzione importantissima per il benessere del bambino: evitando alcuni cibi e assumendone degli altri, si può fare in modo di preservare la salute del bambino in molte fasi della sua crescita, anche dopo la nascita.

Leggi anche: Il parto non è una malattia, l’appello della fondazione Gimbe

A confermarlo, è uno studio americano, pubblicato su Archives of Diseases in Childhood Fetal & Neonatal Edition, che ha raccolto i dati sull’alimentazione di 19mila mamme durante la gravidanza, e sulla conseguente predisposizione al rischio di malattie cardiache dei loro bambini.

Ne è risultato che metà bambini sono nati con malattie cardiache (o rischio di tali) e metà perfettamente sani. Le mamme dei primi seguivano una dieta poco equilibrata, povera di frutta e verdura e troppo grassa. Le mamme dei bambini nati senza particolari patologie, in media seguivano una dieta equilibrata, ricca di pesce fresco, frutta, verdura.

Importante l’apporto di acido folico, necessario a contrastare la possibilità di difetti come la spina bifida: se si sta programmando una gravidanza, è buona cosa iniziare ad assumerlo anche prima dell’inizio della gravidanza.

La dietista senior della British Heart Foundation, Victoria Taylor, ha commentato:

“Un interessante studio che mette in luce l’importanza della dieta fin dall’inizio della vita. Una dieta sana prima, durante e dopo la gravidanza può avere benefici per la madre e il bambino. E tutta la dieta deve essere presa in considerazione, non solo i singoli nutrienti. Mangiare bene non garantisce sempre di evitare difetti congeniti del cuore, ma questo lavoro fornisce una nuova motivazione alle donne che desiderano una gravidanza a fare scelte sane”.