Manca poco alla mostra per il compleanno di Hello Kitty, ma lei non è una gatta, è una bambina!

Rivelazione choc della casa produttrice Sanrio, nel corso della preparazione di una mostra per festeggiare i 40 anni di Hello Kitty. Non sarebbe affatto una gatta, ma una bambina.

Una correzione fatta alla curatrice della mostra, nonché antropologa Christine R.Yano, che si è vista arrivare dalla casa produttrice questa risposta:

“Hello Kitty non è una gatta, è un personaggio dei cartoni animati. È una ragazzina, un’amica, ma non una gatta. Non viene mai rappresentata sulle quattro zampe perché cammina e siede come una creatura a due zampe. Possiede un gatto, si chiama Charmmy Kitty”

Una rivelazione che ha lasciato profonda delusione e stupore nei fan, convinti che il personaggio nato dalla matita della designer Yuko Shimizu nel 1974 e prodotto dall’azienda giapponese Sanrio fosse una dolce micetta con un fiocco rosso sopra l’occhio sinistro.

Eppure non sarebbe nemmeno una bambina, come fermamente sostiene l’antropologa Christine R.Yano, curatrice della mostra «Hello! Exploring the Supercute World of Hello Kitty», che aprirà il prossimo 11 ottobre al Japanese American National Museum.

Stando infatti alla studiosa, autrice del libro «Pink Globalization: Hello Kitty’s Trek Across the Pacific» nel 2013, la stessa Sanrio avrebbe invitato a correggere il testo della mostra dove la curatrice descriveva Hello Kitty come una gatta.

Chi è allora realmente Hello Kitty? A dissolvere ogni dubbio è ancora una volta Sanrio, spiegando che è una personificazione, un’antropomorfizzazione, che nessuno può confondere per un essere umano.

Hello Kitty, non è quindi un essere umano, nè un gatto, ma fa sognare ogni giorno milioni di bambine e non solo.

Leggi anche: Hello Kitty contagia i supereroi e sconfina nei fumetti

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-09-2014

Donna Glamour

X