Mamma vegetariana papà carnivoro. L’alimentazione del figlio la decide il tribunale

Genitori divorziati in lite per il figlio di 12 anni: la mamma vuole una dieta vegetariana, il papà invece via libera a bistecche e hamburger. La faccenda finisce in tribunale

chiudi

Caricamento Player...

Con la mamma riso bollito e verdure: dieta assolutamente vegetariana per rispetto delle altre forme di vita.

Col papà invece zero limiti a casa e al fast food: sull’alimentazione del bambino i genitori da tempo separati erano talmente in disaccordo che la questione bistecca si/bistecca no è finita addirittura in tribunale.

Il tutto nasce nel 2006 quando la mamma del bambino ha scelto di adottare un’alimentazione vegetariana che ha imposto anche al figlio.

Quando il padre lo ha saputo l’ha accusata di non essere stato coinvolto in questa scelta che, a suo avviso, metterebbe a rischio la salute del figlio.

La donna, mese dopo mesi si accorge che il figlio, al termine di ogni week end col padre, non seguendo la dieta vegetariana, torna a casa con violenti crampi di mal di pancia.

Complici anche i pranzi dalla nonna paterna a base di polenta, gorgonzola e salsiccia.

L’ex marito alla fine si è rivolto al Tribunale, per chiedere al giudice di assumere:

“In mancanza di accordo fra i genitori, gli opportuni provvedimenti con riguardo al regime alimentare del minore”.

Il giudice ha stabilito che la madre deve abbandonare la dieta vegetariana e mettere in tavola la carne almeno una volta durante la settimana, mentre il padre non deve proporla al figlio per più di due volte, nel weekend.

Una vicenda che ricorda molto il film premiato alla mostra del cinema di Venezia: “Hungry hearts”.

Il film di Saverio Costanzo ripercorre la storia di una giovane coppia innamorata che ha un figlio.

Sin dai primi mesi di gravidanza la donna decide che suo figlio deve essere protetto dall’inquinamento del mondo esterno e per rispettarne la natura bisogna preservarne la purezza con una dieta assolutamente vegetariana

L’uomo, per amore, asseconda la donna fino a trovarsi un giorno di fronte ad una terribile verità: suo figlio non cresce ed è in pericolo di vita, deve fare presto per salvarlo.