Mamma e Donna.

Col passeggino in tacco a spillo?

chiudi

Caricamento Player...

Siamo nate bambine con la voglia di giocare, cresciute donne con tante idee, diventate mamme. Siamo chiamate, per natura, a procreare.

Una madre ha nel suo cuore, prima di ogni altra cosa, il cuore dei propri figli. Li accompagna per mano lungo il cammino della vita cercando di consigliare, aiutare ma non intralciare, rimanendo in penombra ma presente in ogni momento.

Una madre ama in maniera incondizionata le proprie creature, le ha sentite crescere dentro di sè, le ha partorite, le ha accolte senza conoscerle ed ha imparato a conoscerle.

Ma una madre è, prima di tutto, donna! Sembra banale, ma è facile da dimenticare. Prese come siamo, quotidianamente, dalle mille esigenze dei bambini (a volte, senza ombra di dubbio, anche un po’ egoistiche), ci rintaniamo in casa, vestite in comode tute perdendo di vista la nostra femminilità che rimane potenziale dentro di noi.

Cerchiamo quindi di ritagliarci uno spazio, non di certo giornaliero (soprattutto nella prima fase di vita dei neonati), ma almeno mensile, nel quale rilassarci, abbigliarci, coccolarci. Cerchiamo di essere felici di noi stesse, nutriamo corpo e spirito con ciò che più ci piace, sentiamoci importanti. Creiamo attimi intensi anche con il nostro partner, regaliamogli qualche momento in cui anche lui possa sentirsi amato e venire prima di tutto. Non trascuriamo il nostro rapporto di coppia. Uomini e donne si scelgono molto prima di ogni altra cosa, genitori si diventa come conseguenza.

Una mamma “in tacco a spillo” rende migliore la propria vita e una mamma felice diventa la madre di un bimbo felice!

Gillono Cinzia