Lutto nel mondo del cinema: è morta Laura Antonelli

Laura Antonelli, grande diva del cinema ricordata per “Malizia”, è morta a Ladispoli all’età di 74 anni

chiudi

Caricamento Player...

Dopo il grande successo nel mondo del cinema con Malizia, la vita di Laura Antonelli deviò nel tunnel della depressione e della droga, ora a 74 anni l’attrice dice addio.

Leggi anche: Virna Lisi omaggiata al Festival di Cannes

Il corpo senza vita di Laura Antonelli è stato trovato dalla badante dell’attrice che ha subito chiamato ambulanza e carabinieri, ma non è ancora stata stabilita l’ora del decesso.

La notizia genera un profondo lutto nel mondo del cinema che la ricorda gloriosamente per “Malizia”. Fu una grandissima diva negli anni ’70/’80, poi entrò nel circolo vizioso della droga e della depressione, da cui non riuscì più a uscire.

Guarda qui il video sulla vita di Laura Antonelli

Con “Malizia”, film che divenne cult per l’incredibile incasso di 6 miliardi di lire, Laura Antonelli ricevette il Nastro D’Argento per il suo ruolo di Angela la Berbera, domestica di una famiglia benestante di Agrigento, che diede scandalo nel mondo del cinema.

Nata nel 1941 a Pola in Istria, Laura Antonelli faceva parte delle “bellissime quattro” istriane di quegli anni, con Alida Valli, Sylva Koscina e Femi Benussi.

Dopo il successo però, arrivano i flop e alcune commedie all’italiana di medio successo che fanno precipitare la carriera di Laura Antonelli, che inizia a mostrare i primi segni di cedimento e depressione.

Nel 1991 viene trovata in casa dell’attrice una quantità pari a 36 grammi di cocaina. Da qui, l’arresto e la condanna  a tre anni e sei mesi per spaccio di droga.

Dopo nove anni, Laura Antonelli viene riconosciuta come consumatrice, ma non spacciatrice e viene prosciolta. La vicenda però tocca molto l’attrice che non riuscirà più a superare le crisi depressive. Viene ricoverata nel centro d’igiene mentale di Civitavecchia. Nel 2006 le vengono riconosciuti 108 000 euro, più gli interessi, per i danni di salute e di immagine.