Luciana Littizzetto parla di Natale e del padre scomparso

Luciana Littizzetto, intervistata da TV Sorrisi e Canzoni, ha parlato del suo Natale all’insegna della malinconia dopo la scomparsa di suo padre.

chiudi

Caricamento Player...

In occasione della presentazione del suo ultimo libro, la comica Luciana Littizzetto è stata intervistata da TV Sorrisi e Canzoni, al quale ha parlato del lutto per la morte dell’anziano padre avvenuta nello scorso mese di maggio e di come passerà il Natale 2016. Non sono mancati anche degli accenni a tutte le cose belle e non belle vissute proprio nel corso del 2016.

Luciana Littizzetto: “Sono successe molte cose, anche non belle, quest’anno”

Luciana Littizzetto
FONTE FOTO: facebook.com/lucianinalittizzetto

Queste le parole della comica di Che tempo che Fa: “Sono successe molte cose, anche non belle, quest’anno. Ci sono momenti in cui si cerca, ci si sbatte e non ci si  accorge che le cose importanti le abbiamo accanto. E allora facciamo casini… Io sono stata fortunata nella vita e non avevo mai avuto un lutto così vicino e potente. Pur sapendo che papà aveva 87 anni, era un bravo uomo e la sua vita l’ha vissuta, certe separazioni ti ribaltano. Devi fare ridere, ma dentro devi far cadere tutte le foglie morte e poi rimetterle. Non è facile però si fa. È la vita. Succede a tutti, e anche peggio”.

Luciana ha anche accennato a tutte le querele che sono partite contro di lei: “Alcune davvero inaspettate. Diverse le ho vinte, con altre sono ancora in ballo”. Ha invece archiviato come una bufala la frase che le avevano additato a proposito del referendum: “Se dovesse vincere il No non mi vedrete più in tv”.

Ha poi aggiunto: “Hanno anche scritto che lo avrei detto al bar mangiando cappuccino e brioche. Ma è una bugia, non l’ho mai affermato. A parte che non faccio il mestiere di Renzi, ma è proprio impossibile: se bevessi un cappuccino morirei. Essendo intollerante al latte potrei avere una colica immediata. Sono le solite bufale dalle quali devo difendermi”.