Lucia Pittalis, la magica make up artist che cambia volto grazie al trucco

La make up artist sarda Lucia Pittalis riesce a mutare radicalmente il suo volto e ad assumere le sembianze di personaggi famosi grazie al trucco

chiudi

Caricamento Player...

Ogni donna sa che basta un tocco di make up per avere un aspetto più curato, “piacevole”, d’impatto, che dà sicurezza, insomma che fa sembrare un’altra!

Lo sa bene la talentuosa make up artist di origini sarde Lucia Pittalis, la quale proprio grazie al make up cambia totalmente sembianza e non solo, riesce a trasformarsi in noti personaggi famosi. Da Rambo ad Iggy Pop, da Marlon Brando a Keith Richards.

Leggi anche: Che magie col make up: ecco il truccatore che diventa una star di Hollywood!

[wooslider slider_type=”attachments” limit=”20″]

La stessa Lucia Pittalis ha spiegato:

”Tutto nasce dalla voglia di mettere insieme la mia passione per il cinema e il teatro, l’arte del ritratto e il mondo del trucco. Ho iniziato per divertimento ma ora cerco sempre di essere più accurata per raggiungere risultati ancora più realistici. Il processo che porta alla creazione parte dallo studio del personaggio: guardo le foto, i film, i video e salvo addirittura dei frame se necessario. Penso a come i tratti del personaggio possono essere adattati al mio volto. E’ come se prima di creare il trucco, impersonassi io stessa il personaggio. Poi metto una musica di sottofondo collegata al personaggio per entrare nel mood e inizio a guardarmi allo specchio.”

Lucia Pittalis unisce al comico una conoscenza della tecnica perfetta: la make up artist infatti, non si limita a creare volti di donne, bensì realizza sul suo viso anche personaggi maschili. Oltre al trucco, le sue trasformazioni sono completate da accessori come parrucche, baffi, orecchini e niente meno che coltelli, per rendere ancora più realistiche le sue metamorfosi.

Il personaggio più complicato da realizzare? Rocky: sono servite 5 ore per creare il trucco, mentre la sua trasformazione preferita è quella in Bette Davis.