Loris Stival: le perizie confermano che il piccolo fosse dimagrito prima del delitto

Secondo il pediatra che seguiva il bambino, negli ultimi tempi il piccolo Loris Stival aveva perso peso, probabilmente a causa delle forti tensioni in famiglia.

chiudi

Caricamento Player...

Che rapporto aveva Loris Stival con la sua famiglia? Se lo sono chiesto gli inquirenti che stanno indagando sulla sua morte, cercando di approfondire in particolar modo il rapporto tra il bambino e la madre Veronica Panarello.

Dalle indagini effettuate pare che in casa non ci fosse una vita propriamente idilliaca: presunti tradimenti, minacce di separazione e lunghe assenze sia del padre che della madre.

Insomma, il piccolo Loris Stival con ogni probabilità non viveva in un clima sereno, ma al contrario sopportava forti tensioni che avrebbero avuto su di lui conseguenze anche a livello fisico.

Il Messaggero ha intervistato il pediatra che seguiva il piccolo ed ha confermato che Loris negli ultimi tempi fosse notevolmente dimagrito proprio nel periodo a ridosso della sua morte.

Non è da escludere che a provocare la perdita di peso nel bimbo sia stato il disagio vissuto in casa per il clima teso tra i genitori che, a quanto pare, erano ad un passo dalla separazione.

Le dichiarazioni del pediatra potrebbero rivelarsi molto importanti per gli inquirenti, che in questo modo potrebbero ricostruire quale fosse la situazione in famiglia.

Nel frattempo nei giorni scorsi Veronica Panarello, in carcere con l’accusa di aver ucciso il figlio, ha chiesto di poter rilasciare delle dichiarazioni spontanee.

Veronica Panarello non ha cambiato la sostanza delle sue dichiarazioni, continuando a professarsi innocente ma ammettendo:

“Posso aver sbagliato nel ricordare il percorso, confuso qualche strada, che non è importante, ma è certo che io Loris l’ho accompagnato a scuola”.

Veronica Panarello, che durante tutto questo tempo non ha mai avuto un cedimento, ha aggiunto:

“Non ho ucciso io mio figlio, trovate il vero colpevole”.