Loredana Bertè:”Mio padre picchiava mia madre e uccise mio fratello”

Un’infanzia infelice con un padre cattivo e tiranno: Loredana Bertè racconta le sue difficoltà di bambina

chiudi

Caricamento Player...

 Ospite al Maurizio Costanzo Show, Loredana Bertè, la giudice a sorpresa di Amici, racconta della sua famiglia, di quel padre violento che le ha rovinato la fanciullezza.

Leggi anche: Loredana Bertè contro Briga ad Amici

Ora Loredana Bertè è lontana da quel padre violento, con cui, praticamente, non ha mai avuto e non ha più un rapporto.

“Non avendo mai avuto una famiglia ho un piccolo vantaggio su tutti gli altri: non mi manca. Non vedo l’ora che crepi. Era un babbo bastardo, io non l’ho mai chiamato né padre né babbo”.

 Loredana Bertè no ha più paura e ha voluto raccontare al pubblico, cosa quell’uomo era capace di fare e cosa ha fatto alla sua famiglia:

“Lui odiava le donne e ha avuto solo figlie femmine. L’unico maschio che avrebbe potuto avere l’ha ucciso prendendo a calci mia madre durante l’ultimo mese di gestazione. […] Essendo la più piccola sono stata fortunata perché non ho preso le botte, ma ha buttato mia sorella dal balcone per un sei in latino, lui era professore di latino e greco ed era un’onta pazzesca; mentre Mimì ha rischiato la vita per un 4 in inglese, lei è scappata di casa e l’hanno ritrovata in stato di choc”.

 Ma nella famiglia di Loredana Bertè c’era anche qualcos’altro che non andava: la madre, a quanto pare, non era nemmeno lei molto in grado di comportarsi nel giusto modo in cui si dovrebbe comportare un genitore.

“Mia madre si è sposata a 15 anni ed era una bambina, non è stata una madre, c’ha lasciate me e Mimì in mezzo ad una strada. Io e lei abbiamo comprato una casa con i soldi che avevamo cominciato a guadagnare e l’abbiamo intestata a lei. Mia madre l’ha venduta senza dirci niente e l’ho scoperto quando ho cercato di tornare a casa mia dopo un anno negli Stati Uniti. Sono andata al suo funerale solo per vederla sotterrare”.

 Tutto l’affetto va alla sorella, Mia Martini:

“Mimì è stata l’unica famiglia che io abbia mai avuto”.