Lo dice il pastore di Cornerstone: se nomini Dio durante il sesso, meriti la galera

Secondo il  pastore texano di Cornerstone, le donne che nominano il nome di Dio durante il sesso dovrebbero essere punite con la galera

chiudi

Caricamento Player...

E’ una notizia bizzarra quella che arriva direttamente dall’America. Un pastore texano avrebbe preso posizione contro chi nomina il nome di Dio durante il sesso, e avrebbe attaccato duramente le donne che lo fanno.

Leggi anche: L’uomo e le sue ansie: cose che possono succedere durante il rapporto

Si tratta del pastore di Cornerstone che avrebbe affermato, rilasciando alcune dichiarazioni a Newslo, che fosse per lui farebbe rinchiudere in carcere chi nomina il Signore durante il sesso, in particolare si accanisce nei confronti delle donne.

“Non c’è peccato più grande dell’usare il nome di Dio durante il sesso. Questo è uno degli usi più sporchi, più sprezzanti e peccaminosi del nome del Signore che mi vengono in mente. Se fosse per me, metterei ogni singola donna o una ragazza che lo fa in carcere. Questo sarebbe un buon esempio della terribile punizione che deriva dal nominare il buon nome di Dio invano”.

E’ questo il pensiero di John Hagee, insolito pastore di Cornerstone a San Antonio in Texas, che si mostra molto attento al secondo comandamento: Non nominare il nome di Dio invano.

“In un mondo in cui siamo circondati da crimini e morti, non si presta attenzione a un semplice atto di blasfemia, la gente commette peccati continuamente”

Il pastore Hagee è uno uomo colto che ha studiato molto, e grazie ai suoi libri e alle sue apparizioni in tv ha ottenuto una certa fama con la quale riesce a evangelizzare molti. Chissà se avrà successo questa sua idea.