L’Islanda è femmina: è il paese che occupa il primo posto per parità tra uomini e donne

In Islanda non c’è disparità tra uomini e donne, ma questo Paese ha anche molti altri pregi

chiudi

Caricamento Player...

Sognate un paese in cui non ci siano disparità tra uomini e donne? Ebbene, esiste! E’ l’Islanda, ed è anche relativamente vicino a noi.

Leggi anche: Donne over 40 che hanno cambiato un po’ il mondo.

E’ già il sesto anno consecutivo che l’Islanda si aggiudica il primo posto nella classifica del World Economic Forum, che analizza 142 Paesi in base ai provvedimenti legislativi e alle politiche sociali in atto. L’Italia è al 69° posto. I primi dieci paesi sono: Islanda;Finlandia; Norvegia; Svezia; Danimarca; Nicaragua; Ruanda; Irlanda; Filippine; Belgio. Gli ultimi in classifica, invece: Marocco; Giordania; Libano; Costa d’Avorio; Iran; Mali; Siria; Ciad; Pakistan; Yemen

Le caratteristiche che rendono L’Islanda un Paese per donne sono molte, tra cui il fatto che è stato il primo Paese. nel 1850, a riconoscere gli stessi diritti di successione per uomini e per donne e che il primo Capo di Stato donna è stato in Islanda nel 1980.

Inoltre in Islanda, siedono in parlamento due donne ogni tre uomini ed è stato il primo stato concedere il diritto di voto alle donne nel 1915, 5 anni prima degli USA.

Ma non è finita qui, perchè i matrimoni gay sono stati ufficializzati nel 2010 e c’è una minore disparità tra laureati uomini e donne, inoltre lo stato islandese rimborsa il 95% della retta dell’asilo per i bambini.

L’Islanda ha anche molti altri vanti, tra cui il fatto di essere il paese con il PIL pro capite più alto e che l’aspettativa di vita è la più alta al mondo e gli abitanti sono tra i più felici della terra.