L’insonnia dei bambini è causata dalla tecnologia e dai cibi sbagliati

Sonnolenti sui banchi, a volte aggressivi senza un motivo, disattenti o agitati in classe: l’insonnia dei bambini provocano disagi o disturbi del comportamento a scuola e in famiglia.

chiudi

Caricamento Player...

Stando alle stime diffuse dai pediatri dell’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss), in vista del I Forum internazionale in programma a Napoli dal 25 al 27 settembre, l’insonnia dei bambini colpisce oltre un milione di piccoli fra 3 e 14 anni.

I bambini sono sempre più digitali e multimediali e nel corso dell’ultimo secolo hanno perso circa un’ora di sonno, di giorno esprimono il proprio disagio attraverso difficoltà di attenzione, aggressività e rischi per la salute.

Iperattività, poca attenzione, aggressività e calo del rendimento scolastico sono i disturbi evidenziati dai pediatri, che lanciano un vero e proprio allarme agli adulti. Giocare al pc e usare i device fino sera tarda, mangiare troppo pesanti a cena e andare a letto agli orari degli adulti sono alcune delle possibili cause del disturbo.

Sono pochi i casi in cui l’insonnia dei bambini è conseguenza di vere e proprie patologie come asma, reflusso, disturbi dell’orecchio o apnee ostruttive. Secondo gli esperti, i bambini fra i tre e i cinque anni dovrebbero dormire almeno dalle 11 alle 13 ore, per poi arrivare a 9-10 ore dai 6 ai 10 anni e almeno 8-9 ore dagli 11 ai 13 anni.

I pediatri hanno ideato anche 5 semplici regole dei “sogni d’oro”, dei piccoli consigli legate aicinque sensi per assicurare il corretto riposo dei più piccoli:

– Vista: spegnere tablet, tv e computer almeno un’ora prima di andare a letto, la luce dei dispositivi elettronici altera la produzione di melatonina (ormone che favorisce il riposo)

-Gusto: evitare una cena pesante e ricca di grassi, è preferibile mangiare alimenti che stimolano la produzione di serotonina (pollo, uova, pesce e latte).

– Tatto: mantenere una temperatura di 18 gradi nella camera dei bambini e un pigiama non troppo pesante.

– Olfatto: usare detersivi o profumi a base di lavanda, una fragranza che aiuta a rilassarsi.

– Udito: almeno 30 minuti prima di mettere a letto i bimbi la casa dovrebbe scivolare nel silenzio.