L’ex presidente di Louis Vuitton Yves Carcelle è morto

Dopo una lunga malattia, è morto l’ex Ceo ed ex Presidente del marchio di Louis Vuitton Yves Carcelle all’età di soli 66 anni.

chiudi

Caricamento Player...

Yves Carcelle, storico Presidente e Ceo della celebre maison francese Louis Vuitton, fiore all’occhiello di LVMH, si è spento dopo aver combattutto per anni contro il cancro. Nel 2012 aveva abbandonato la direzione del marchio dopo 20 anni, era stato ai vertici dell’azienda dal 1990 al 2012.

Dopo la morte di Yves Carcele il Presidente e Amministratore Delegato di Luis Vuitton, Bernard Arnault, ha diramato un comunicato in cui ha espresso tutto il suo dolore e quello dell’azienda per la scomparsa di un uomo che ha contribuito con il suo lavoro a creare un impero:

“È con grande tristezza e commozione che ho appreso della morte di Yves Carcelle un viaggiatore instancabile, un pioniere. Yves era l’immagine della casa che ha così a lungo incarnato. Un pioniere , sempre curioso, appassionato, in movimento. È ‘stato uno dei leader più stimolanti che abbia mai incontrato. LVMH oggi ha perso uno dei suoi più cari amici”.

Oggi molti lo ricordano come uno dei manager più esperti del mondo della moda. Durante la sua carriera era riuscito a rendere grande Louis Vuitton ottenendo una serie di grandi successi ed ottimi risultati sia per quanto riguarda le vendite sia per quanto riguarda l’immagine del noto brand. Si deve a lui il successo planetario del gruppo, da esperto manager ha saputo diversificare il prodotto, producendo dalle scarpe agli abiti pret-a-porter, e soprattutto è riuscito ad entrare nel mercato asiatico trasformando Louis Vuitton in uno dei marchi più desiderati in Oriente.

Bisogna inoltre ricordare che è stato Carcelle ad ingaggiare il geniale Marc Jacobs come direttore creativo della maison, il Ceo scelse di dare fiducia all’enfant terrible della moda lasciandogli carta bianca tra il 1997 e il 2013.