Per curare la Leucemia di Tommaso servono 600 mila Dollari

Tommaso, il ragazzo 22enne di Bologna affetto da leucemia, è il nuovo begnamino del web.  Affetto da leucemia linfoblastica acuta, tutti (vip compresi) si stanno mobilitando per aiutarlo a sconfiggerla con una cura innovativa.

chiudi

Caricamento Player...

Tommaso, è un ragazzo di 22 anni di origini bolognesi, che lavora la pasta ed ha una grande passione per il calcio. Gli è stata diagnosticata una forma di leucemia detta linfoblastica acuta che si può curare solo tramite una cura innovativa negli Stati Uniti e costa 600 mila dollari.

Spesso si sente parlare di leucemia, ma per capire il perché viene e come si cura, è utile approfondire l’argomento.

Le cellule che si ritrovano nel sangue, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, prendono origine da cellule immature che si trovano nel midollo osseo. Nelle persone affette da leucemia vi è una proliferazione incontrollata di queste cellule, che interferisce con la crescita e lo sviluppo delle normali cellule del sangue. Per questo viene chiamata “il tumore del sangue”.

Sono stati identificati alcuni fattori di rischio non modificabili, sui quali cioè non si può intervenire per ridurre il rischio, come l’età avanzata e il sesso maschile. Poiché non si conoscono con certezza le cause che portano ad ammalarsi di leucemia, non è possibile definire precise strategie di prevenzione

Tra le cure c’è la chemioterapia, che usa uno o più farmaci somministrati per bocca o per via endovenosa, e vi sono le terapie che stimolano il sistema immunitario a riconoscere e a distruggere le cellule leucemiche.

Radioterapia e chirurgia hanno un ruolo solo marginale nella cura della leucemia, mentre in alcuni casi si ricorre al trapianto di cellule staminali emopoietiche per sostituire le cellule malate distrutte.

Per tutti questi motivi, è nato un sito www.giftsfortommaso.org che racconta tutta la sua storia. Il tempo per raccogliere questa somma è limitato, perché Tommaso deve cominciare le terapie sperimentali entro i primi giorni di luglio.

Gli aiuti arrivano da tutti, come Bruno Barbieri, e da noti sportivi come Marco Bellinelli, Marco di Vaio, Marco Orsi, una donazione  dalla società di pallacanestro Virtus, una maglia all’asta da Francesco Totti, e tanti altri.

Venerdì 27 giugno alle ore 18:00 nel centro sportivo Biavati, verrà organizzato un torneo di calcio per raccogliere fondi.

La raccolta viene fatta con l’appoggio della Associazione Onlus Don Orfeo Giacomelli di Imola. Per donare: Associazione O.n.l.u.s Don Orfeo Giacomelli, Conto Corrente Unicredit. IBAN: IT96J 02008 67570 000000789166, Causale: LIBERALITA’ PER TOMMASO TORI. Da aggiungere per bonifici dall’estero: BIC SWIFT: UNCRITMM.

Forza Tommaso, siamo tutti con te!

Guarda cosa accade oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”18536″]