Le persone egoiste sono più felici

Per imparare le regole del buon vivere bisogna imparare a dire no, puntare i piedi e concedersi i piccoli piaceri della vita perché solo le persone egoiste possono essere davvero felici.

chiudi

Caricamento Player...

Da sempre ci si sente ripetere che le persone egoiste non sono persone buone, che bisogna fare i bravi, evitare i capricci ed essere sempre altruisti.

Forse però non è così vero, per lo meno non per vivere davvero bene.

Sembra infatti che solo le persone egoiste abbiano scoperto l’elisir per una vita davvero felice.

Certo la buona educazione è importante per andare d’accordo con gli altri, ma la felicità è ben altro. Mai quanto oggi essere felici è, infatti, sempre più un concetto tragicamente sfuggente e difficile da realizzare nella routine quotidiana: la libertà in cui si vive spesso è solo d’apparenza e ogni giorno ci si scontra con le difficoltà dell’essere parte di una società che corre senza mai sapersi fermare.

Al giorno d’oggi possedere quello che soddisfa i nostri desideri risulta però tutt’altro che semplice, per due ragioni. Il primo motivo è che l’educazione ci ha insegnato a soddisfare gli altri più che noi stessi. Il secondo è che viviamo in una società del desiderio orientata verso una rincorsa continua di ciò che non abbiamo e che, una volta ottenuto, vede svanirne l’importanza in direzione di una nuova, ennesima, meta.

Ed infatti solo le persone egoiste hanno colto l’importanza di ascoltare i desideri e le necessità degli altri prima di noi stessi.

Ecco perchè le persone in grado di essere davvero egoiste vivono meglio: sanno dire no, sanno anteporre e loro priorità e sanno essere più felici e soddisfatte.

Le persone egoiste non si preoccupano di deludere le aspettative di qualcuno: le persone egoiste sanno che il segreto per star bene con gli altri è star bene con se stessi.

Ma come si fa ad essere davvero egoisti?

Basta fare una lista di tutte le situazioni, oggetti o persone che contribuiscono al proprio star bene e allenarsi, durante la giornata, a cercare di soddisfare i piccoli piaceri che rendono più allegra e vitale la propria esistenza.

Inizia a dare più spazio a ciò che fa sorridere e a coltivare il piacere più che il senso di dovere.