Le Destiny’s Child a sorpresa di nuovo insieme

Beyoncé, Kelly Rowland e Michelle Williams, le Destiny’s Child di nuovo insieme sul palco dello Stellar Gospel Awards di Las Vegas

chiudi

Caricamento Player...

Hanno fatto davvero un regalo alle loro migliaia di fans: Destiny’s Child si sono ripresentate insieme per una notte sola.

Una reunion inaspettata quella che hanno regalato le Destiny’s Child ai loro fans che però ha fatto battere forte il cuore a tutte le persone accorse per vederle nuovamente insieme.

Luogo dell’incontro, la “Stellar Gospel Awards” di Las Vegas. Sotto mille luci colorate, Beyoncé e Kelly Rowland hanno supportato Michelle Williams durante l’interpretazione di “Say yes”, il brano che ha trionfato come “Video music of the year” quando ancora facevano parte delle Destiny’s Child. Le tre star, vestite di bianco e jeans, si sono più volte abbracciate e sostenute durante l’esibizione.

L’ultima volta che le tre ragazze che componevano le Destiny’s Child si sono esibite insieme risale al 2013, quando in occasione del Super Bowl cantarono ben tre hit. Un successo planetario quello delle Destiny’s Child.

 

Il trio ha venduto 60 milioni di album in tutto il mondo: la prima ad esordire come solista è stata la Williams nel 2002, seguita a ruota dalla Rowland e da Beyoncé che comincia anche la collaborazione con il rapper Jay-Z, poi diventato suo marito. La band si è sciolta e ricomposta più volte in questi anni.

 

VIDEO: Last night at #30thStellarAward DESTINY’S CHILDI CAN’T WAIT FOR WHAT IS COMING NEXT

Un video pubblicato da Beyoncé (@beyoncefanbase) in data:

Il gruppo aveva iniziato l’attività discografica nel 1997, con la firma di un contratto con Columbia Records. All’epoca le componenti delle Destiny’s Child sono Knowles, Rowland, LaTavia Roberson e LeToya Luckett. Nel 2000, Roberson e Luckett vengono sostituite dalla Williams e da Farrah Franklin, che però lascia il gruppo pochi mesi dopo. Quindi il gruppo assume la forma di trio con Knowles, Rowland e Williams.

In termini di successo musicale, cominciarono a far parlare di loro dopo la pubblicazione del loro secondo album, il più venduto, The Writing’s on the Wall (1999), contenente le hits: Bills, Bills, Bills e Say My Name e che riuscì a spingere le vendite anche del loro primo album, Destiny’s Child contenente la hit di debutto No, No, No.

Durante tutta la loro carriera, in tutto il mondo le Destiny’s Child hanno venduto più di 60 milioni di dischi, diventando una delle band con più vendite degli Stati Uniti.