Laura Torrisi si commuove a parlare della sua esperienza di madre

Ospite a Domenica In, Laura Torrisi si racconta tra aneddoti d’infanzia e ambizioni future, ma ciò che la fa commuovere maggiormente è sua figlia Martina, avuta dalla relazione con Pieraccioni.

chiudi

Caricamento Player...

Laura Torrisi, ospite ieri del salotto domenicale di Paola Perego, si è lasciata andare ad una intervista confessione, in cui ha rivelato come l’esperienza più commovente della sua vita sia stata la maternità.

Dalla storia tra Laura Torrisi e Leonardo Pieraccioni, da poco conclusasi, è nata infatti Martina, l’amore più grande della attrice.

Poco spazio al gossip, l’intervista si è incentrata sulle passioni di Laura Torrisi, che da sempre si ritiene un po’ un maschiaccio, e ha presentato una visione inedita dell’attrice, lontana degli stereotipi di bellezza procace.

Donna eclettica e amorevole, Laura Torrisi confessa da subito il suo amore per lo sport:

“Il cavallo, karate, surf, tutti sport maschili!  Ho un buon rapporto con la natura, mi piace camminare a piedi scalzi e arrampicarmi sugli alberi, anche se il babbo non voleva che facessi cose da maschio. Ho fatto l’arbitro professionista, partendo dalla categoria pulcini. Non è sempre stato facile: Non mi scorderò mai quando, alla mia prima o seconda partita, ho sbagliato a giudicare una punizione e un tizio mi ha urlato: “Arbitra, vai a buttà la pasta!”

Oltre agli sport, Laura Torrisi dichiara un amore profondo per il mare, che le permette di rilassarsi e di allontanarsi da tutto:

“Il mare mi ha insegnato tantissimo, mi ha insegnato a prendere i miei tempi, a rispettare la natura, ci sono cose nella vita a cui tu non puoi niente, ti devi arrender alla sua grandezza. Mi ha insegnato a spegnere il cellulare ad ascoltare me, i rumori…”

Passioni a parte, l’intervista di Paola Perego, arriva poi a toccare le corde dell’emozione quando descrive Laura Torrisi come “una mamma dolcissima” e le chiede di raccontare il rapporto con sua figlia Martina, la bambina nata dall’amore con Pieraccioni.

“Non mi fate piangere! Martina è mio tallone di Achille. Aspettare un bambino è un momento di grazia, anche se all’inizio e alla fine della gravidanza ho sofferto parecchio. Grazie a lei, qualcosa è cambiato dentro di me e ho imparato a vedere le persone per quello che veramente sono. Io penso che una persona si possa sentire veramente ricca quando un bambino ti corre incontro a braccia aperte.”