L’antigravity yoga, la disciplina che regna tra le star

L’Antigravity Yoga è una disciplina praticata in sospensione, ma accessibile a tutti, che sta conquistando l’Italia da nord a sud, isole comprese. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

chiudi

Caricamento Player...

L’Antigravity Yoga nasce dalla visione di Christopher Harrison, atleta, ballerino e coreografo statunitense, che nel 1991 fondò la compagnia artistica Antigravity Inc e progettò nel 1999 la prima amaca antigravità in tessuto soft touch.

La disciplina è stata sviluppata inizialmente come forma di riscaldamento per la compagnia di danza e rinforzo muscolare. Ma presto il suo “skyloft” nel centro di Manhattan diventò il luogo di nascita di tecniche acrobatiche che oggi possiamo ammirare in molti spettacoli famosi.

Sperimentando le sue innovative attrezzature a 15-30 metri dal suolo, Harrison scoprì ben presto i benefici della decompressione su colonna e articolazioni attraverso le inversioni a zero compressione e la presentò ufficialmente nel 2007.

Sayonara Motta, campionessa mondiale di aerobica nel 1992 e oggi master trainer per l’Italia di antigravity fitness, spiega:

“Si tratta di un tipo di lavoro fisico e mentale adatto a tutti: la forza della vita che ti butta giù è la stessa energia che ti fa risalire. Liberarsi del senso di gravità ha molti vantaggi: svincola le articolazioni dalla compressione, distende la colonna, migliora il sistema circolatorio e linfatico, ringiovanisce la pelle stimolando la microcircolazione e infonde fiducia in se stessi e nell’allenatore Molte casalinghe e persone normali si ritrovano in posizioni sospese che non avrebbero mai immaginato. Poi scendono dalle amache, si misurano con il metro posizionato all’uscita della sala e sono più alte di due centimetri grazie al lavoro di decompressione: un risultato tangibile fin dalla prima lezione, anche se purtroppo non cumulativo. Vedere il mondo da una prospettiva diversa aiuta, inoltre, ad aprire la mente ed essere più creativi”.

L’antigravity yoga è stata soprannominata anche come la disciplina dei miracoli. La disciplina si è modificata negli ultimi dieci anni, ed è diventata una delle più praticate in America. Mix di yoga, pilates, danza e gyrokynesis, l’antigravity yoga distende la colonna vertebrale, aiutando a sentirsi più leggeri e trasmette una sensazione di allegria, proprio dovuta alla giocosità dell’esercizio.

Sentirsi librare nell’aria, leggeri proprio come mostra la testimonial d’eccezione Belen Rodriguez che ha pubblicato un video mentre è impegnato in un esercizio di yoga “volante”: