La toccante lettera di un papà gay americano alla figlia

Dopo la legalizzazione del matrimonio gay in America, un padre scrive una lettera alla figlia e le spiega perchè questo cambiamento è così importante.

chiudi

Caricamento Player...

Da qualche giorno a questa parte, in tutta America tutti i matrimoni gay sono possibili e legali, anche nei 13 stati dove fino a poco tempo fa erano vietati.

Leggi anche: Genitori: i comportamenti bizzarri che si assumono con un figlio

Un cambiamento importante che migliorerà certamente la qualità della vita di molte coppie omosessuali. Di questo cambiamento ne parla David Valdes Greenwood, blogger, scrittore e papà gay che decide di scrivere una lettera a sua figlia perchè capisca a fondo l’importanza di questo avvenimento.

La sua lettera, pubblicata sull’Huffington Post, ha commosso il web, madri, padri, coppie gay e non, sposate e non. Ciò che scrive David è la felicità dell’amore che sboccia, di assaporare la libertà e, in parte l’uguaglianza che a fatica si sta cercando di conquistare nell’universo gay.

“Non credo che tutte le persone dovrebbero sposarsi o che il diritto al matrimonio sia più importante di altri grandi diritti garantiti nella nostra società. Ma quel che so è che escludere alcune persone da un grande diritto significa escludere l’intera cittadinanza. E quindi anche te, semplicemente perché sei nostra figlia. Ogni giorno in cui la qualità del nostro amore coniugale e genitoriale e è stata giudicata inferiore a quella presente nelle famiglie dei tuoi amici, figli di coppie eterosessuali, è stato un altro giorno in cui l’America ha svalutato la nostra famiglia. Oggi i tuoi papà non sono sposati solo in Massachusetts, sono sposati in tutta l’America”