La sorellina stava affogando in piscina e lei, ragazzina down di 12 anni, la salva

Carin Richardson, ragazzina di 12 anni con la sindrome di Down, ha salvato la sorellina di 3 anni che stava annegando in piscina

chiudi

Caricamento Player...

Amore fraterno e spirito di sacrificio e sopravvivenza, è questo che lega Carin e Jac’Lynn Richardson, due sorelle del Michigan.

Leggi anche: Jerry Collins, il rugbysta che ha salvato la figlia prima di morire

Carin è la più grande, ha 12 anni ed è affetta da sindrome di Down, mentre Jac’Lynn ha 3 anni. Le due avevano appena finito di giocare insieme nella piscina gonfiabile del loro giardino e sono rientrate in casa. Mentre i genitori non si accorgevano di nulla, la piccola Jac’Lynn è corsa di nuovo in piscina per un ultimo tuffo, ma, non sapendo ancora nuotare, stava annegando.

Carin si è accorta della “fuga” della sorellina e con freddezza ha indossato i suoi fidati occhialini per vedere sott’acqua e ha salvato la sorella, come ha spiegato mamma Tomarra al canale televisivo ABC 12.

“Senza panico o paura, si è messa gli occhiali per vedere sott’acqua, è entrata nella vasca e ha tirato fuori la sorella”

La prontezza e la reazione di Carin sono state formidabili, dato che spesso, le persone affette da sindrome di Down hanno spesso reazioni molto più rallentate del solito.

La forza dell’amore fraterno ha reso Cari una vera eroina per la sua famiglia, in particolare per la sua sorellina Jac’Lynn.

Fonte foto: news.yahoo.com