La prima sezione penale della Cassazione ha stabilito che la pena a Parolisi va diminuita

Salvatore Parolisi, responsabile dell’omicidio della moglie Melania Rea, deve scontare meno di 30 anni di carcere. A stabilirlo è la prima sezione penale della Cassazione

La pena di 30 anni inflitta a Salvatore Parolisi in appello va diminuita. A dirlo è la prima sezione penale della Cassazione.

Nonostante questo, è stato annullato senza rinvio la sentenza impugnata da Parolisi in merito all’aggravante della crudelta’ per rideterminare la pena.

Resta il fatto che salvatore Parolisi e’ l’unico imputato per l’omicidio della moglie Melania Rea, avvenuto in un bosco a Ripe di Civitella del Tronto, in provincia di Teramo, il 18 aprile del 2011.

Il corpo di Meliania Rea venne ritrovato due giorni dopo la sua scomparsa: a permettere il ritrovamento, una telefonata anonima alla polizia.

Per Salvatore Parolisi, ex caporal maggiore dell’Esercito di stanza al 235esimo Reggimento Piceno, il gup di Teramo, in primo grado, aveva disposto la condanna all’ergastolo, poi, riformata in appello con i trent’anni di carcere.
Ad incastrare definitivamente Parolisi fu una chat erotica intercettata tra l’uomo e la sua amante Ludovica.

Nell’ultima udienza prima della camera di consiglio, i legali della famiglia Rea avevano mostrato i giudici il contenuto dei messaggi che Salvatore Parolisi si è scambiato con l’amante Ludovica:

“Parolisi, per dimostrare che amava la moglie, ha mostrato una lettera. Per noi è un ennesimo tentativo di mentire: dice che lui vuole bene a Melania, ma appena quattro giorni prima avvenne uno scambio di chat piccanti con l’amante. Il tutto dal bagno di casa del padre della moglie”.

Enensi prova di tutta la marea di bugie dell’uomo e del tentativo di depistare le prove.

Ed intanto, ieri mattina, il pg di Cassazione Maria Giuseppina Fodaroni aveva chiesto il rifiuto del ricorso presentato dalla difesa contro il verdetto di secondo grado emesso dalla Corte d’assise d’appello dell’Aquila il 30 settembre 2013.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-02-2015

Emanuela Bertolone

X