La moglie gli muore tra le braccia. E il dolore uccide anche Giuseppe Iacuzio

Succede ad Arzano nel cuore della notte. I carabinieri hanno trovato Giuseppe Iacuzio abbracciato alla moglie. Entrambi senza vita.

chiudi

Caricamento Player...

La storia di un amore che va oltre il “Finchè morte non ci separi”, quella di Giuseppe Iacuzio, 69 anni, e Maria Chiacchio, 65 anni, sposati da oltre quarant’anni.

Una storia incredibile di una morte che li viene a prendere entrambi nello stesso momento.

I due coniugi sono stati trovati privi di vita nella loro abitazione di via capitano Silvestre (Arzano, Napoli). Dopo alcuni accertamenti condotti dal tenente Germano Pecoraro, sembra che, durante la notte, la signora Maria, già affetta da cardiopatia, si sia sentita male. Per non far preoccupare il marito, si sarebbe alzata, ma colta dall’infarto è caduta a terra.

Il rumore ha svegliato di soprassalto il marito, che ha tentato invano di soccorrerla. Nel momento in cui ogni speranza è stata vana, l’uomo non ha potuto far altro che stringerla a se. Un dolore troppo grande quello di Giuseppe Iacuzio. Una sofferenza che non ha lasciato scampo al suo cuore, tanto da strapparlo alla vita mentre abbracciava teneramente e disperatamente la moglie.

Se ne sono andati via così, marito e moglie, nel silenzio di una notte.

A scoprire la coppia, i carabinieri avvisati dalla nipote, che non avendo più notizie degli zii si era giustamente preoccupata.

Le forze dell’ordine li hanno trovati abbracciati, nella loro casa, con il sugo pronto in cucina per il pranzo del giorno dopo, e il solito ordine di una vita a due, ferocemente spezzata.

Una storia triste che dona speranza su questa Terra, rispetto al tanto diffuso scetticismo sulla ricerca del vero amore. Giuseppe Iacuzio non ha potuto sopravvivere neanche un minuto senza sua moglie Maria.