La gravidanza rallenta l’invecchiamento, ma è un beneficio transitorio

Lo dice la scienza: durante la gravidanza il processo di invecchiamento cellulare rallenta e si ringiovanisce

chiudi

Caricamento Player...

Secondo uno studio della Hadassah Medical School di Gerusalemme, pubblicato su Fertility and Sterility, la gravidanza è un periodo della vita di una donna in cui il corpo rifiorisce e ringiovanisce .

Leggi anche: Gravidanza: i cibi giusti per contrastare l’anemia

Durante questo periodo, i tessuti si rigenerano più rapidamente e il processo di invecchiamento cellulare rallenta. Ma questo beneficio dura solo fino ai due mesi dopo la nascita del bambino.

I ricercatori hanno fatto un esperimento sui topi per dimostrare che effettivamente in gravidanza la rigenerazione cellulare è maggiore. Hanno analizzato gli effetti di un trapianto di fegato su topi di laboratorio, gravidi e non, con una risonanza magnetica hi tech. Nei roditori giovani in gravidanza la rigenerazione del fegato era dell’82% in soli due giorni, mentre in quelli più maturi e non in gravidanza era del 46%.

Ha sorpreso il fatto che i topi in gravidanza in età più matura, avessero una rigenerazione del fegato del 96%, superiore a quelli che non erano gravidi, sia più giovani che della stessa età.

La gravidanza è quindi un momento in cui il corpo ringiovanisce, o almeno, invecchia a rilento, rispetto al normale.

C’è però un altro studio condotto dal dottor Tal Falick Michaeli, che ha dimostrato che l’effetto “elisir di giovinezza”  è transitorio: dura fino ai due mesi dalla nascita del bimbo.