La donna è campionessa di longevità

Una vita senza stress, dormire almeno 8 ore al giorno, mangiare con gusto e in modo abbondante. Queste le regole della longevità.

chiudi

Caricamento Player...

La ricetta della longevità ha 3 ingredienti: una vita senza stress, un sonno che duri almeno 8 ore al giorno, un’alimentazione gustosa e abbondante.

lo ha assicurato, poco prima di morire, a 117 anni e 27 giorni, Misao Okawa. Era, ovviamente, la donna più vecchia del mondo.

La donna giapponese, nata il 5 marzo 1898, si è spenta il 1° aprile scorso, lasciando tre figli, quattro nipoti e sei pronipoti. Fino all’età di 110 anni era stata in grado di provvedere a se stessa e solo negli ultimi anni aveva dovuto ricorrere all’assistenza di un infermiere.

Casi di longevità femminile al limite dell’immaginabile, come questo, sono finiti sotto la lente di ingrandimento degli studiosi, che hanno confermato le maggiori potenzialità di lunga vita rosa, rispetto a quella degli uomini.

“Le femmine sono più resistenti dei maschi nell’infanzia e, per ragioni ormonali, le donne sono più protette contro certe malattie cardiovascolari pericolose, come l’ipertensione o l’embolia, e questo fino alla menopausa”, spiega a Le Figaro.

France Meslé, direttrice della ricerca all’Istituto nazionale degli studi demografici (INED).

Ed è proprio francese la donna in cima alla lista del Guinness della longevità: si chiamava Jeanne Calment (21 febbraio 1875/ 4 agosto 1997) e ha vissuto 122 anni e 164 giorni.

Il vantaggio delle donne, rispetto agli uomini è spiegato, oltre agli standard di vita, anche dalla maggiore attenzione femminile rispetto alle campagne di prevenzione. Le donne, ha dichiarato The Lancet, sorvegliano di più colesterolo e pressione, e seguono scrupolosamente le cure mediche e una sana alimentazione.

Il presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria Giuseppe Paolisso, ha sottolineato come a determinare una lunga vita sia “per il 25% il patrimonio genetico, mentre per il 75% contribuiscono l’alimentazione e lo stile di vita.” L’Italia non se la passa male, e la lista dei centenari aumenta a tal punto da essere riportati nel sito www.supercentenariditalia.it.

Tornando a Misao Okawa e al suo “testamento morale”, le abitudini da tenere a mente, se si vuole essere campionesse di longevità come lei, sono “consumare rigorosamente tre pasti al giorno, mangiare cibi deliziosi, superare le otto ore di sonno quotidiane e lavorare su noi stessi per allontanare lo stress dalla nostra vita”.

Forse, quest’ultima, è la regola più difficile da seguire. Ma vale la pena provarci!