La causa dell’acne potrebbe essere troppa vitamina B12, non il cioccolato

Secondo uno studio americano, è la vitamina B12 la prima causa dell’acne, perchè nutre i batteri che secernono un composto infiammatorio che provoca i brufoli

chiudi

Caricamento Player...

Non diamo tutte le colpe al cioccolato e ai dolci in generale, l’acne può essere provocata da tutt’altro, come un esubero di vitamina B12.

Leggi anche: Irritazioni alla pelle: alghe marine e Salmone contro l’acne

La notizia arriva dalla rivista Science Translational Medicine, che ha pubblicato i risultati di uno studio condotto presso l’Università della California di Los Angeles, secondo cui, nei giovani, l’acne è provocata principalmente da un eccesso di vitamina B12.

La vitamina B12 ha la particolarità di essere un ottimo nutriente che però, se assunto in quantità superiori alla media, può indurre i batteri a secernere un liquido infiammatorio che fa insorgere l’acne.

Ma la vitamina B12 non ha solo aspetti negativi legati all’acne, anzi, è un ottimo nutriente per la pelle e mantiene giovane il sistema nervoso. E’ contenuta in cibi come carne, pesce, uova e latticini: in caso di insorgenza di acne è bene ridurre il consumo di quest’ultimi.

La ricerca è stata condotta su 10 volontari che si sono prestati ad assumere un quantità eccessiva di vitamina B12. E’ risultato che su una buona parte di essi si è manifestato lo sfogo cutaneo che porta all’insorgere dell’acne.

Per combattere questo fenomeno, è quindi necessario variare la dieta nel periodo che va dai 14 ai 18 anni di età, riducendo il consumo di cibi contenenti vitamina B12.